Le tisane rilassanti ci possono aiutare nei momenti di ansia e stress: ecco come prepararle, quali sono le migliori e quali erbe usare.

Una tisana rilassante è quello che ci vuole dopo una giornata stressante. Infatti le diverse erbe che si possono usare per farne una hanno un gusto, un’aroma e dei benefici tutti loro. Se ci pensiamo un attimo, il più classico rimedio della nonna per calmarsi è la tisana di camomilla, che come noto ha delle proprietà rilassanti. L’antica arte erboristica, però, mette a nostra disposizione molti altri ingredienti dalle proprietà calmanti per poter realizzare tutte le tisane rilassanti che vogliamo. Ecco come prepararle e quali ingredienti si possono utilizzare a seconda delle esigenze!

Come preparare una tisana calmante e rilassante

Prima di tutto è bene dire che le tisane antistress si possono trovare in commercio facilmente, quelle in bustina per esempio ma anche i fiori o le essenze essiccate che si possono miscelare a proprio piacimento. Ovviamente molti scelgono la via di acquistare già delle tisane già pronte, per risparmiare tempo e perché non hanno le competenze erboristiche adeguate.

Scopri i luoghi dei più famosi delitti italiani

Tazza di tisana
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/tè-tisana-bere-drink-caldo-utile-3833600/

C’è però un’altra via, ovvero quella di rivolgersi a un erborista esperto che possa consigliare la miglior tisana per le esigenze di ognuno. Facendo così si potranno apprendere i benefici e i principi attivi di ogni erba e ingrediente da utilizzare.

Per preparare una tisana per dormire o calmante, che sia in bustina o con gli ingredienti sfusi, bisogna mettere sul fuoco in un pentolino o in un bollitore dell’acqua e lasciare la bustine o le foglie essiccate in infusione per circa 10 minuti. Va precisato che ci vuole un cucchiaino di foglie o fiori essiccati o capoline, pari a 25 grammi circa, per 250 ml di acqua. Bisogna poi filtrare e aggiungere zucchero o miele o qualsiasi dolcificante si voglia.

Infuso rilassante: le erbe e gli ingredienti da usare

Ecco di seguito le erbe e gli ingredienti più indicati per le vostre tisane:

-Il tiglio è un’erba dagli effetti calmanti e sedativi che ha, tra le altre, molte proprietà diuretiche. Si può acquistare secco in erboristeria e quattro cucchiaini di tiglio essiccato vanno messi in infusione in mezzo litro d’acqua.

-Le foglie di valeriana si utilizzano esclusivamente le radici. Un cucchiaino scarso di radice di valeriana basta per 200 ml d’acqua. Più di qualsiasi altra erba la valeriana concilia il sonno, ed è caldamente consigliata a tutti coloro che soffrono di insonnia o di sonni agitati.

-Il biancospino è indicato per chi soffre di tachicardia e palpitazioni nervose. Una tisana con questo ingrediente può aiutare moltissimo.

-La melissa, invece, è molto utile per chi soffre di problemi di stomaco e disturbi gastro-intestinali portati dallo stress. Per le pareti dello stomaco è l’ideale, grazie alle sue proprietà rilassanti.

-La passiflora è un’altra pianta dalle proprietà rilassanti, molto utilizzata per le tisane calmanti.

-La camomilla, infine, forse la più conosciuta per le sue proprietà calmanti, è la più usata per questo scopo. Ha diverse proprietà, tra cui antispasmodiche, antinfiammatorie e sedative. Contiene anche flavonoidi, che sono responsabili del rilassamento.

camomilla
camomilla

Le tisane relax confezionate

Per quanto riguardano le tisane già confezionate e in bustina, ci sono alcuni marchi che vale la pena di nominare: Bonomelli non rinuncia alla camomilla come ingrediente principale, ma vi abbina fiori di passiflora, radice di valeriana, melissa e biancospino. Scorze di agrumi come arancio e mandarino invece ne esaltano il sapore.

Anche la tisana rilassante de L’Angelica abbina le proprietà distensive di melissa, camomilla e passiflora a cui viene aggiunta lavanda in piccola percentuale.

Per i bambini, invece, Mellin combina azione e sapore di melissa e camomilla, coadiuvate stavolta da una percentuale di verbena. Non si tratta in questo caso di una vera e propria composizione di erbe da mettere in infusione in acqua bollente, perché se ne otterrebbe una tisana troppo calda da bere per un bambino. Si tratta di un composto granulare, da sciogliere a cucchiaiate in acqua a temperatura ambiente.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 10-12-2020


Fastidi muscolari notturni? Affidati a Magnesio Supremo Notte

Ecco gli errori da non fare quando igienizziamo le mani