Grazie anche alla serie TV The Crown, alcuni soprannomi con cui si chiamano i membri della Famiglia Reale inglese sono diventati pubblici.

Tra le serie TV originali Netflix che hanno avuto il maggior successo c’è The Crown, la cui trama è basata sulla storia della Regina Elisabetta II: di stagione in stagione, viene raccontata la vita della sovrana del Regno Unito da quando è salita al trono fino a oggi. Di riflesso nella serie TV viene anche raccontata la storia di tutta la Famiglia Reale. Ma grazie anche a The Crown sono stati svelati alcuni dei soprannomi affettuosi con cui i vari membri della Famiglia Reale inglese si chiamano tra di loro nel privato.

I soprannomi della Regina Elisabetta II e della Famiglia Reale

La Regina Elisabetta II, per esempio, fin da quando era una bambina è soprannominata Lilibet. Un nomignolo che ha mantenuto nel corso degli anni e che ancora ha. Pare invece che il marito, il principe Filippo, si rivolga spesso alla consorte con nomignoli come Cabbage o Sausage (che in italiano si possono tradurre in “cavolo” e “salsiccia”).

Regina Elisabetta
Regina Elisabetta

Decisamente più affettuoso il nomignolo dato dal pronipote, il principe George, che quando era più piccolo, non riuscendo a pronunciare bene il termine nonna (in inglese “granny”), la chiamasse Gary o Gan-Gan.

Il principe William chiamerebbe invece la moglie Catherine Middleton, oltre che con il diminutivo Kate, anche con il più bizzarro Babykins. Il principe Williams a sua volta ha un soprannome che lo accompagna sin da quando era un bambino: Wombat, come l’animale tipico dell’Australia.

Il fratello, il principe Harry, era stato invece soprannominato dalla madre, Lady Diana, Ginger, per via dei capelli rossi, ma gli amici lo chiamano invece Spike.

Il principe Carlo e la consorte, Camilla Parker Bowles, nell’intimità si chiamerebbero invece Fred e Glady.

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


Inizia la settimana del Black Friday 2020: ecco le migliori offerte

Oreo personalizzati? Ora si può!