Le proprietà di Roberto Benigni: il patrimonio dell'attore toscano

Le proprietà di Roberto Benigni? Un patrimonio… da Oscar

Roberto Benigni è uno degli attori italiani più amati sia in Italia sia all’estero. Il suo patrimonio sarebbe da capogiro: in tutto possiederebbe ben 21 proprietà.

Nonostante Nicoletta Braschi (la moglie) sia protagonista di molte delle sue pellicole, Roberto Benigni ha sempre preferito mantenere un fitto velo di riservatezza sulla propria vita privata. Infatti, non si sa molto di come il premio Oscar ami trascorrere le proprie giornate, né tantomeno dove abiti. Secondo un articolo di Dagospia, però, le “cifre” dell’attore sarebbero da capogiro e oltre a possedere 21 proprietà in giro per il mondo, Benigni sarebbe proprietario anche di società immobiliari, terreni e una villa esclusivissima nell’arcipelago della Maddalena. Sarà vero?

Roberto Benigni: il patrimonio dell’attore

Che il patrimonio di Roberto Benigni potesse essere da capogiro era facilmente intuibile, e del resto si tratta di uno degli attori italiani più amati al mondo. Secondo Dagospia l’attore toscano sarebbe proprietario di una società immobiliare, 21 case (tra cui una villa da sogno nell’arcipelago della Maddalena) e 20 terreni.

Roberto Benigni
Roberto Benigni

Oltre a questi ci sarebbero anche le azioni che lui e sua moglie Nicoletta Braschi possederebbero e i diritti di film, libri e spettacoli che i due hanno realizzato. Insomma, Roberto Benigni non sarebbe soltanto un attore da Oscar ma anche un proprietario terriero, un investitore e un uomo d’affari!

Dalle origini povere a cachet astronomici

Nel 2019, a Che Tempo Che fa, è stato lui stesso a raccontare che durante l’infanzia ha vissuto (con la sua famiglia) in condizioni di estrema povertà: lui, le sue sorelle e i genitori avrebbero dormito tutti nella stessa stanza nella loro casa a Castiglion Fiorentino. “La povertà è la madre di tutte le ricchezze”, aveva dichiarato l’attore nel salotto di Fabio Fazio.

Sarà anche questo che gli ha dato la voglia di riscatto che, tra l’altro, ha permesso al suo La Vita è Bella (1997) di arrivare all’ottavo posto tra i film italiani che hanno incassato di più – con la bellezza di 31.231.984 euro!

Oltre agli incassi da capogiro per alcuni dei film in cui ha recitato, Roberto Benigni avrebbe fatto discutere per il presunto cachet di Sanremo 2020: avrebbe richiesto ben 300 mila euro, secondo una soffiata di Dagospia.

ultimo aggiornamento: 06-02-2020

X