Quanto costano le mascherine per raddrizzare i denti

Ecco quanto costano le mascherine per raddrizzare i denti, nuova frontiera dell’ortodonzia correttiva.

chiudi

Caricamento Player...

Fino a pochi anni fa per raddrizzare i denti si usava applicare un’ortodonzia fissa, le cosiddette ‘piastrine’, prima in acciaio e poi in ceramica nello stesso colore dei denti, che venivano mosse mensilmente dal dentista e che dopo qualche tempo riuscivano ad allineare la dentatura in maniera perfetta e permanente. Erano abbastanza scomode, almeno i primi tempi, in cui ci si doveva abituare a mangiare e a fare attenzione durante la masticazione perché vi erano degli alimenti che si potevano incastrare nell’apparecchio, e in certi casi, specie quando i denti iniziavano a spostarsi, potevano causare sanguinamento e infiammazione alle gengive.

Questo problema è stato risolto dalle mascherine per raddrizzare i denti: l’apparecchio invisibile, che avvolge i denti in maniera perfetta e può essere messo e tolto dal paziente stesso, viene realizzato sull’impronta dei suoi denti scansionata al computer e visualizzata in 3D e la sua efficacia è pari a quella di un’ortodonzia fissa, a patto che il paziente lo tolga solo per mangiare e per lavarsi i denti.

Quanto costano le mascherine per raddrizzare i denti?

Il prezzo varia molto a seconda del caso, e comunque e pari o di poco superiore a un apparecchio fisso. Le mascherine da applicare per circa 10 mesi hanno un prezzo di 2600 – 2700 euro, per una cura che arriva da un anno a 20 mesi il prezzo è di 3600 – 3800 euro mentre per pazienti affliti da problemi ortodontici complessi che richiedano almeno due anni di trattamento il prezzo può arrivare anche a 4600 – 4800 euro.