Quanto costa il bitest in gravidanza

5 errori da evitare in palestra

Scopriamo quanto costa il bitest.

Durante la gravidanza è comune fare molti esami per monitorare continuamente la buona salute del feto e della mamma.

Il numero già alto di controlli aumenta nel caso in cui la donna in gravidanza abbia superato i 40 anni d’età o abbia casi di disabili, malattie croniche o genetiche in famiglia.

Uno degli esami che viene consigliato in questi casi è il bitest (o duo test), l’esame del sangue che serve a scongiurare anomalie cromosomiche che potrebbero causare la sindrome di Down nel feto.

Questo tipo di esame non è invasivo – si tratta infatti di un semplice prelievo del sangue – e si può decidere se effettuarlo in ospedale pagando il ticket regionale (il cui importo varia da regione a regione) oppure privatamente spendendo tra i 70 e i 150 euro.

Nonostante l’alta affidabilità di questo esame, può essere che gli esperti ne consiglino altri due un po’ più invasivi ma sicuramente più affidabili: sto parlando dell’amniocentesi e della villocentesi, due esami che, attraverso l’analisi del liquido amniotico (nel primo caso) e dei villi corali (nel secondo caso), sono mirati a scoprire se il proprio feto potrebbe essere Down o avere qualche malformazione cromosomica.

Hai trovato interessante questo articolo?
Allora clicca qui per leggere anche “Quanto costa il bitest privatamente

Se vuoi altri aggiornamenti sul mondo femminile, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 06-10-2015

Donna Glamour Guide

X