Proprietà del coriandolo

Perché fa bene assumerlo

chiudi

Caricamento Player...

La cucina italiana fa un uso limitato di spezie, che invece sono molto più apprezzate nei Paesi orientali. Il coriandolo, per esempio, serve ad aromatizzare gli insaccati, i liquori e i digestivi, ma pochi sanno che ha tanti altri utilizzi. Prima di tutto perchè ha molte qualità positive per la salute, specie per l’apparato digestivo. Accelera il metabolismo, riduce il colesterolo, insomma è un vero toccasana per lo stomaco e il fegato! Vediamo nello specifico quali sono le proprietà del coriandolo e come possono essere sfruttate.

Che cosa contiene e come farne buon uso

Come mai questa pianta ha effetti curativi? Perchè è ricca di oli essenziali, vitamine, fibre e sostanze antiossidanti. E inoltre, non contiene colesterolo. Costituisce un rimedio sano e naturale contro coliche addominali, gonfiori e problemi digestivi, anche grazie ai minerali presenti. Specie ferro, manganese e fosforo. È un anti-età naturale e aiuta a rigenerare il fegato. Ma gli effetti non si vedono soltanto sulla digestione: pare che il coriandolo faccia bene al sistema nervoso. Per questo, può essere in grado di ridonare il buonumore durante il ciclo mestruale, o in momenti di stanchezza e depressione.

Proprietà del coriandolo in cucina

È stato anticipato che in molti Paesi si fa uso di coriandolo ai fornelli, ed è proprio così. In Marocco insaporisce marinate e ripieni di carne; in Egitto, condisce i fagioli. In India è ingrediente essenziale del mix di spezie chiamato garam masala, e anche in Messico se ne fa abbastanza uso. Le foglie vengono sfruttate per aromatizzare minestre, insalate e zuppe, ma hanno un odore forte che può non piacere a tutti. E volendo guardare più vicino, in Europa orientale il coriandolo serve a insaporire selvaggina, verdure, funghi, sottaceti e salamoie. Nei Balcani, addirittura, anche il pane, i dolci e la frutta!