L’Accademia del Profumo insieme all’Università Bocconi, ha rintracciato i tre profumi a minor impatto ambientale.

Nel periodo natalizio con la caccia al regalo perfetto e speciale si torna a sentir parlare molto di più di profumi: eleganti, raffinati, freschi, frizzanti, ad ogni personalità corrisponde una fragranza che le corrisponde, e possiamo aggiungere anche una nuova categoria. Quella dei profumi sostenibili, certificati, riconosciuti e premiati, perfetti per la nostra amica fortemente sensibile alle tematiche green ma in realtà per tutti noi, che quest’anno abbiamo imparato a scegliere anche nel fashion acquisti consapevoli. Alcuni di questi profumi li conoscerete già, ma non tutti sanno della loro green attitude che li rende ancora più preziosi.

Profumi sostenibili: quali sono le fragranze premiate dall’Accademia del Profumo

A focalizzare l’attenzione sui profumi green è stata l’Accademia del Profumo, che in collaborazione con la Green Economy Observatory dell’Università Bocconi, ha condotto una ricerca per premiare i profumi meritevoli del Premio all’Innovazione responsabile. A ricevere tale riconoscimento sono stati ben tre profumi, due liquidi tradizionali e uno solido: i profumi in questione vantano un minor impatto ambientale lungo tutto il ciclo di produzione e di consumo.

“Dalla scelta di approvvigionamento delle materie prime alle innovazioni introdotte nelle formule e nel packaging, alla riduzione degli impatti nelle fasi di distribuzione, vendita, consumo e fine vita. La sostenibilità è uno dei grandi imperativi di questo momento storico, ha spiegato Ambra Martone, Presidente di Accademia Profumo. I profumi che rispettano questo ciclo di sostenibilità e che sono stati riconosciuti come sostenibili sono My Way di Armani, CK Everyone e il Profumo solido di Abaton.

My Way, CK Everyone, Abaton: i tre profumi che rispettano l’ambiente

Il più green di tutti è My Way di Giorgio Armani. Si tratta di un altro traguardo importante per Re Giorgio verso la strada della sostenibilità, dopo aver di recente ufficializzato la decisione di abbandonare l’uso della lana di angora dalle sue collezioni. Ad essere stata riconosciuta dall’Accademia è stata la visione completa di innovazione responsabile, basata su un approccio scientifico basato proprio sullo studio degli impatti ambientali nel profumo, adottando un ciclo sostenibile che va dal pack alla filiera.

Originalità e innovazione sono invece le due caratteristiche riconosciute al Profumo solido della Abaton, alle fragranze di Chinotto Dark, Gourmand e Fior di Chinotto. Imballaggio green, dematerializzazione, ricaricabilità del flacone e attenta selezione dei materiali. Calvin Klein e il suo CK Everyone è stato premiato invece per garantire elevato standard di salute e sicurezza nelle sostanze utilizzate lungo tutto il processo di filiera, con tanto di certificazione annessa.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 25-12-2021


La jumpsuit delle feste 2021 definitiva è quella indossata da Chiara Ferragni: in pizzo, floreale e sexy

Capodanno here we come! Gli accessori per creare outfit scintillanti