Vediamo qual è il primo vaccino nel neonato e quali sono le vaccinazioni previste per il primo e il secondo anno di età.

Il primo vaccino nel neonato è il vaccino esavalente che fornisce protezione contro sei diverse patologie infettive e rientra tra le vaccinazioni obbligatorie. Vediamo qual è il calendario per la somministrazione, da quale età si inizia con i vaccini e quali sono tutte le vaccinazioni che vengono somministrate nel primo e nel secondo anno di vita.

Primo vaccino nel neonato: quando si fa?

Nei neonati, in base alle disposizioni del piano vaccinale italiano e anche in linea con le disposizioni internazionali, le vaccinazioni iniziano dopo il 60esimo giorno di vita, vale a dire con l’inizio del terzo mese. Il Ministero della Salute raccomanda di iniziare con la somministrazione del vaccino esavalente.

Vaccino per bambini
Vaccino per bambini

In questo modo si mira a ottenere nel minor tempo possibile la protezione nei confronti della pertosse. Ricordiamo, infatti, che la pertosse si manifesta in forma più grave e porta con sé maggiori rischi nei neonati. Il vaccino esavalente viene somministrato in tre dosi (al terzo, quinto e 11esimo mese di vita) e protegge da pertosse, tetano, difterite, poliomielite, epatite B ed Haemophilus influenzae di tipo B. In seguito, tra i 5 e i 6 anni, verrà effettuato un richiamo per difterite, pertosse, poliomielite e tetano.

Vaccini nei neonati: quali sono?

Insieme alla somministrazione del primo vaccino al neonato, ovvero la vaccinazione esavalente, viene raccomandata anche la vaccinazione anti-pneumococco. Anche in questo caso la prima dose quindi si effettua al 3° mese di età, seguita da una seconda dose al 5° mese e una terza all’11esimo. La vaccinazione contro il meningococco B viene somministrata anche al terzo mese, ma non in concomitanza ad altri vaccini. Completano la lista delle vaccinazioni dei neonati per il primo anno di vita quella anti-rotavirus e la vaccinazione anti-influenzale, che sono raccomandate e non obbligatorie.

Ci sono poi le vaccinazioni che vengono somministrate durante il secondo anno, ovvero il vaccino tetravalente che proteggere contro parotite, morbillo, rosolia e varicella. Un’alternativa è quella di somministrare il vaccino trivalente MPR (morbillo, parotite e rosolia) con il monovalente anti-varicella. Anche in questo caso sarà poi previsto un richiamo tra i 5 e i 6 anni.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 18-11-2021


Quando si fa il vaccino per la pertosse?

Tante idee per nomi con la G maschili e femminili