Posizioni del sesso bondage kinbaku

Scopriamo le posizioni del sesso bondage kinbaku, esperienza erotica in stile giapponese.

chiudi

Caricamento Player...

In giapponese la parola kinbaku sta ad indicare una legatura stretta e sensuale, e si riferisce al tipo di sesso praticato da chi ama legare il partner con le corde durante il rapporto.

E’ un tipo di sesso che mescola un’ arte marziale praticata da pochi esperti e un tipo di tortura con la quale i samurai e la polizia tendevano ad immobilizzare i prigionieri facendo uso di corde di canapa e iuta vista la scarsità di metalli del XVI secolo, e che poi iniziarono a sperimentare come pratica sessuale vera e propria tra il 1600 e la metà del 1800.

L’eccessiva costrizione e il dolore inferti dalle corde che a volte potevano tenere la persona addirittura sospesa nel vuoto dovevano servire a far confessare la verità ai prigionieri: fu Seu Ito, famoso pittore giapponese ad immortalare modelli e modelle legati in posizioni del sesso bondage kinbaku, ed al fine di descrivere proprio queste torture arrivò addirittura a far posare la propria moglie durante la gravidanza appendendola per le caviglie.

Le posizioni del sesso bondage kinbaku prevedono legature complesse, come ad esempio i seni della donna stretti tra le corde, le braccia immobilizzate dietro la schiena, e anche l’incaprettamento, insomma tutto ciò che esprime sottomissione e infligge dolore fisico: se non vengono eseguite nella maniera corretta possono portare la persona anche a morte per soffocamento, specie se i nodi non vengono legati in maniera sicura e se l’esperienza sessuale prevede la sospensione nel vuoto.

Se si decide di intraprendere un percorso di questo tipo bisogna documentarsi e prepararsi con attenzione a questo tipo di pratica, ed esercitarsi col proprio partner iniziando un poco alla volta, per evitare conseguenze spiacevoli se non addirittura tragiche.