Per quanto tempo si prende il magnesio

Il magnesio è un mattoncino fondamentale per il nostro organismo. Ma per quanto tempo si prende ed è giusto assumerlo?

chiudi

Caricamento Player...

Spesso i ritmi moderni ci inducono a diverso stress o stanchezza – talvolta cronica. Non abbiamo un attimo di riposo in ufficio e il nervosismo la fa da padrone?

O ancora, tensioni, stitichezza, dolori muscolari, difficoltà a prender sonno? Se vi riconoscete in almeno uno di questi sintomi, è probabile che abbiate una carenza di tale minerale.

Giornalmente si può introdurre una certa quantità di magnesio per aiutare il nostro corpo a combattere questi sintomi. I dolori muscolari, ad esempio, sono dati sovente da troppo calcio, mentre in una dieta equilibrata dovrebbe essere alternato al magnesio, appunto, che funge da rilassante muscolare.

Per quanto tempo però è giusto assumere integratori di tale oligoelemento? Se soffriamo di crampi anche post allenamento, è giusto integrare il magnesio.

Buone notizie, perché non esiste una tempistica fissa per l’assunzione di magnesio, dobbiamo semplicemente assumerlo tutti i giorni attraverso il cibo e se proprio non riusciamo con degli integratori.

Ovviamente non si deve esagerare: i medici, infatti, sconsigliano integrazioni a tempo indeterminato e in maniera massiva. Valutiamo da noi se il nostro disturbo si allevia dopo un mese di assunzione. In questo caso riduciamo l’integratore e assumiamo il minerale attraverso la dieta. Il consiglio principe è infatti di eliminare gradualmente l’assunzione di magnesio sintetizzato ed allo stesso tempo iniziare a nutrirsi di cibi che ne sono ricchi: ricordiamo i fichi, i fagioli, i piselli, gli spinaci e la frutta secca.