Il pane fatto in casa con il bimby

Poca fatica e un procedimento semplice per un pane fragrante

chiudi

Caricamento Player...

Il pane fatto in casa con il Bimby è meno faticoso da fare rispetto al procedimento tradizionale, ma assicura comunque un risultato perfetto.

Impastare con il Bimby e il segreto della velocità spiga

La cosiddetta Velocità Spiga è indicata sul Bimby appunto dal simbolo di una piccola spiga. Pensata appositamente per gli impasti lievitati e per la panificazione, alterna cinque secondi di impasto alla più alta velocità che il Bimby può raggiungere, cinque secondi di fermo e cinque secondi di impasto ad alta velocità nel senso inverso a quello seguito nella rotazione precedente.
Durante l’utilizzo di questa velocità è buona norma non perdere mai il Bimby di vista, perché tende a vibrare moltissimo.

Il pane fatto in casa con il Bimby: la ricetta

Gli ingredienti per impastare una pagnotta del peso di un chilo sono: 500 grammi di farina, 300 grammi d’acqua, 25 grammi di lievito di birra, un cucchiaino non troppo abbondante di sale.

L’operazione preliminare consiste nello sciogliere il lievito spezzettato nell’acqua, che dev’essere a temperatura ambiente. Per farlo si dovrà avviare il Bimby per 2 minuti a velocità 2 e a 37 gradi.
Si dovranno aggiungere nel boccale sale e farina, quindi si dovrà far andare il Bimby a per due minuti a velocità spiga, quindi per 10 secondi a velocità 2.
Si dovrà estrarre l’impasto dal boccale, formare una palla e poggiarlo su un ripiano infarinato. Dopo averlo coperto con un panno pulito e umido si dovrà lasciare a lievitare per 2 o 3 ore.

Passato il tempo necessario si dovrà dare alla pagnotta la forma definitiva, appoggiarla su una teglia ricoperta di carta da forno, e lasciarla coperta affinché lieviti per un’altra ora.

Dopo aver preriscaldato il forno a 240 gradi si dovrà incidere una croce sulla superficie della pagnotta, in modo che la scorza non si gonfi troppo crescendo. Al momento di infornare il pane si dovrà mettere nella parte inferiore del forno una teglia colma d’acqua: in questo modo il pane eviterà di seccarsi eccessivamente durante la cottura, che dovrà proseguire a 240 gradi per 30 minuti, quindi per altri 15 minuti a 200.