Elegante, icona affascinante e seducente del cinema italiano, Ornella Muti sarà la co-conduttrice che aprirà il Festival di Sanremo 2022.

Non solo affascinante ma anche audace ed emancipata già ai suoi esordi: Ornella Muti incarna la bellezza acqua e sapone ma anche l’indipendenza femminile, con quello sguardo torvo e seducente che ricorda tanto le attrici francesi.

D’altronde già a 14 anni un ruolo importante, che inconsapevolmente parlava già di quella grinta con cui la vediamo oggi nei suoi 66 anni che sembrano molti meno, come una ragazza che si ribella ad un matrimonio riparatore ne La moglie più bella di Damiano Damiani, le ha permesso di diventare immediatamente nota al grande pubblico e ai più grandi registi del cinema italiano. E non solo, anche al mondo del fashion che ancora oggi la reclama.

Ornella Muti: gli stilisti del cuore

Ad ogni evento Ornella Muti non ha mai deluso nella scelta dei suoi abiti: eleganti, fascianti, tendenzialmente sobri lasciando che siano la texture e il colore a trasmettere la sua eleganza da diva. In un abito l’attrice ama e cerca senz’altro il buon gusto e la classe, ed ecco perché il suo cuore non può che essere devoto da un bel po’ di tempo a Giorgio Armani, che sappiamo essere un veterano dei look del Festival.

– Lo scorso anno è stata fortemente voluta come testimonial per Bottega Veneta in occasione dell’apertura del flagship romano: l’attrice infatti è musa di Daniel Lee, ex direttore creativo del brand. Nei poster che hanno annunciato l’apertura del negozio di Via Condotti e che hanno invaso Roma, la Muti indossava un tailleur verde, in uno stile che facesse da unione tra passato e presente, tra gusto classico e contemporaneo.

Ornella in passerella: modella per l’amica designer Ulyana Sergeenko

Tendenzialmente gli stilisti che incrociano la classe e l’eleganza di Ornella non pensano solo di farne un ambassador dei proprio marchi, ma di renderla vera e propria musa delle proprie collezioni: è il caso infatti della designer Ulyana Sergeenko, che ha chiesto nel 2020 alla Muti di sfilare per una sua collezione. Le due infatti, come si evince dai social, sono ormai legate da una profonda amicizia e stima.

Non è da escludere che in vista del Festival, l’attrice possa decidere di puntare su un abito pensato proprio per lei da un’amica così stretta: gli abiti della designer infatti rientrano pienamente nello stile della Muti – e sarebbero perfetti per il Festival – richiamando quel gusto vintage, quella texture luminosa e pregiata che l’attrice ha sempre scelto in occasione di kermesse cinematografiche.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG


Cactus Jack: dalla musica al fashion, come nasce il brand di Travis Scott

Drusilla Foer, no all’alta moda al Festival: a vestirla l’Atelier Rina Milano. E le scarpe…