Avere un orecchio gonfio e dolorante può dipendere da infezioni, punture d’insetto e infiammazioni, vediamo le cause principali.

Un orecchio gonfio può essere il sintomo di un’infiammazione o di un’infezione. Tra le condizioni più comuni troviamo infezioni virali, batteriche o provocate da funghi, ma anche infiammazioni, traumi e punture di insetto. Vediamo una ad una quali sono le principali cause.

Orecchie gonfie: le cause

Un’infezione all’orecchio piuttosto comune è conosciuta come otite esterna, anche detta otite del nuotatore. L’infezione si presenta con l’orecchio esterno gonfio e rosso, si accusa anche dolore durante la masticazione e indolenzimento all’orecchio. L’otite esterna può essere dovuta soprattutto a infezioni sia di origine virale che batterica e in casi più rari provocate anche da funghi.

Orecchie calde e dolenti
Orecchie calde e dolenti

In conseguenza a un’otite media acuta, invece, si può sviluppare la mastoidite, ovvero un’infezione che si è estesa dall’orecchio fino all’osso che lo circonda (il processo mastoideo). In base alla gravità dell’infezione possono essere necessari antibiotici o un intervento chirurgico, specie nel caso di ascessi.

Orecchio gonfio e dolorante, altre cause possibili

Quando il gonfiore all’orecchio è accompagnato anche da altri sintomi come l’aumento del volume dei linfonodi e le difficoltà a masticare e deglutire, potrebbe trattarsi di orecchioni. Gli orecchioni, o meglio la parotite, sono una malattia infettiva di origine virale che ha un picco intorno ai 5 – 9 anni di età. Per prevenire gli orecchioni si utilizza il vaccino trivalente che protegge anche da morbillo e rosolia.

A volte il padiglione auricolare gonfio e caldo può anche essere una conseguenza di dermatite, per esempio la dermatite da contatto scatenata da sostanze irritanti o metalli come il nichel. Infine, anche la presenza di acne e foruncoli, così come le punture di insetto possono provocare arrossamenti e gonfiori. Per risalire alla causa del problema è sempre necessario rivolgersi al medico che attraverso la visita ed eventualmente altri esami potrà determinare la causa e suggerire la terapia più adatta.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2023 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 11-12-2021


Come funziona e in cosa consiste la terapia di coppia?

Orecchie a sventola, i rimedi possibili in base all’età