Ogni quanto fare l’ecaille

Che cos’è l’ecaille e come si fa? Soprattutto, ogni quanto è necessario farlo per ottenere un risultato sempre perfetto e glamour?

chiudi

Caricamento Player...

L’Ecaille è l’ultima moda, l’ultimo grido in fatto di capelli. Citiamo lo Shatush, l’Ombré e poi il Balayage… insomma, una sfilza di trend la cui ultima punta di diamante è proprio l’Ecaille.

Le star la sfoggiano con orgoglio, ma anche qui da noi è arrivata con una ventata di novità e entusiasmo. Si tratta di una tecnica innovativa poco, ma molto usata sicuramente, che prevede l’uso di toni caldi. Perfetto per chi desidera seguire la moda dell’effetto naturale, tanto decantata negli ultimi tempi.

L’effetto che si crea è simile a quello del suo antenato, lo Shatush. Non si vede però il contrasto netto tra punte e radice, ma è più simile a un Ombré, che garantisce la luminosità dell’insieme e una miscela di sfumature dolci.

L’Ecaille prevede che questa sfumatura sia portata fino alle radici, l’effetto è senza dubbio naturalissimo, quasi come i nostri capelli fossero stati schiariti dal sole. Toni caldi sotto i riflettori,

Testimonial d’eccezione è la splendida Nicole Scherzinger: i suoi capelli neri sono perfetti per essere schiariti in modo dolce e per accogliere riflessi più chiari dai toni caldissimi e sensuali. Un’altra icona è Gisele Bundchen, bellezza agli antipodi della prima, anche lei può sfoggiare un mix di onde color caramello tra il biondo delle sue beach waves. Questo per dire che l’Ecaille è adatto proprio a tutte!

Ogni quanto farlo e rinvigorire il colore? Si dice ogni tre mesi, ovviamente a seconda del risultato che desiderate ottenere.