Ecco tanti nomi con la O, maschili e femminili, a cui ispirarvi se siete in cerca di idee. Scopritene origine e significato.

Siete alla ricerca di ispirazioni per nomi con la O e volete conoscerne le origini e il significato? Abbiamo raccolto una lista di nomi con la lettera O, maschili e femminili, e vi presentiamo quelli più utilizzati. Se volete saperne di più sulla diffusione dei nomi nel nostro paese, potete consultare le classifiche dell’Istat che raccolgono i dati sulla diffusione dei nomi anno per anno.

Nomi femminili con la O

Vediamo alcuni nomi che iniziano con la O, scopriamo da dove originano, qual è il loro significato e in quale giorno si festeggia l’onomastico.
Olivia: utilizzato anche al maschile, Olivio, questo nome sembra originare dalle opere Shakespeariane. La sua prima apparizione sembra, infatti, essere riconducibile alla commedia La dodicesima notte. Il nome può anche essere considerato una variante del termine latino oliva. Visto che si tratta di un nome adespota, l’onomastico si può festeggiare il primo novembre.
Olimpia: di origini greche, deriva da Olympias e richiama il monte Olimpo, il significato può essere quindi inteso letteralmente come abitante dell’Olimpo. L’onomastico si può festeggiare il 15 aprile in ricordo di sant’Olimpia.

Donna incinta con lista di nomi di bambini
Donna incinta con lista di nomi di bambini

Olga: le origini del nome sembrano essere norrene e derivare da heilagr che vuol dire “benedetto”, da questo nome deriva a sua volta anche il nome Elga (date anche uno sguardo ai nomi con la E). L’onomastico può essere festeggiato l’11 luglio.
Ottavia: usato anche nella variante maschile, Ottavio, il nome deriva dal cognomen romano Octavius. Il significato è ottavo e può essere quindi riferito all’ottavo nato in famiglia. L’onomastico si festeggia in genere il 20 novembre.
Ornella: anche Ornella, come Olivia, è un nome che viene ripreso dalla letteratura. In questo caso sembra essere utilizzato inizialmente da Gabriele D’Annunzio ne La figlia di Jorio. Il nome può derivare anche dal termine latino ornum che significa frassino. L’onomastico si può festeggiare il 1° novembre.

Nomi maschili con la O

Dopo aver visto i nomi femminili, passiamo ai nomi maschili con la O.
Omar: vene ripreso dall’arabo e significa “fioritura, vita”, ma può anche essere ricondotto all’Antico Testamento e viene indicato in questo caso con il significato di “eloquente”. L’onomastico si può festeggiare il primo novembre, trattandosi di un nome adespota.
Oscar: usato anche nelle varianti di Oscaro e Auscario, il nome deriva dalla mitologia irlandese e sembra essere composto dalle parole “dio e lancia” (ans e gar). L’onomastico si festeggia il 3 febbraio.

Baby shower
Baby shower

Orlando: usato anche nella versione Rolando, viene spesso usato nella variante Orlando anche nelle opere letterarie tra cui l’Orlando furioso e nella commedia shakespeariana Come vi piace. L’onomastico si può festeggiare in ricordo di due beati, il 15 settembre o il 1° agosto.
Orazio: sembra derivare dal latino Horatius, ma l’origine è incerta, secondo alcuni potrebbe essere ricondotto al termine latino hora, che significa “tempo, stagione”. L’onomastico si può festeggiare il primo novembre.
Oreste: deriva dal nome greco Orestes, composto dalle parole “montagna e stare”. L’onomastico si può festeggiare il 13 dicembre.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 23-01-2022


Come affrontare l’inserimento al nido

Nomi femminili rari