Siete curiosi di conoscere alcuni dei nomi arabi più belli e originali? Ecco un elenco di nomi con il loro significato.

La scelta del nome è un evento importante nella vita dei genitori, si tratta di una decisione che ha influenza sul bambino e perciò non deve essere fatta alla leggera. Oltre al classico consiglio di stilare una lista e di considerare l’abbinamento nome-cognome, un altro sistema utile per scegliere il nome per il proprio bambino è quello di scoprire il significato dei nomi. Oggi in particolare vedremo quali sono i nomi arabi femminili e maschili più belli e carichi di significato.

Nomi arabi femminili

State stilando la lista dei nomi in attesa del lieto evento e volete includere anche nomi in arabo? Ecco una lista di nomi femminili arabi con il loro significato.
Aminah: a volte indicato anche con la traslitterazione Aamina o Aaminah, ha origine dal termine “amina” e il suo significato può essere interpretato come “sicurezza, protezione e armonia”.
Farah: è un nome di origini meriorentali che deriva dall’omonimo vocabolo “farah” e significa allegria, gioia.

Nomi bambini
Nomi bambini

Habiba: usato anche nella versione maschile Habib, si tratta di un nome che può essere collegato alla radice “hbb” che significa amare. Per questo il significato potrebbe essere collegato ad “amata, cara”.
Karima: si tratta della forma femminile del nome Karim, presente anche in altre lingue, per esempio nella versione turca Kerime. Il significato di questo nome è associato a “benevolo, generoso e nobile”.
Nahid: usato anche nella variante Naheed, si tratta di un nome di origine persiano che viene utilizzato anche per indicare il pianeta Venere.

Nomi arabi maschili

Ecco una lista di alcuni nomi maschili arabi con informazioni sulla loro origine e il loro significato che vi aiuteranno nella scelta del nome.
Amir: nome arabo, utilizzato anche in Persia e in Malesia, può essere usato anche nella variante femminile Amira, e viene utilizzato anche nella variante turca Emir. Il suo significato è associato a “comandante, principe”.
Nadir: è un nome di origine persiana e araba che deriva dal vocabolo omonimo ed ha il significato di “raro, straordinario e prezioso”.

Rashid: usato anche nelle varianti Rasheed e Rashed, è un nome maschile che significa “ben guidato”.
Iman: si può trovare anche nelle varianti Imen e Eman e ha origine dal verbo “amuna” che vuol dire “essere fedele”.
Hassan: è un nome arabo che significa “colui che migliora, abbellisce”. Non deve essere confuso con “Hasan” che invece significa “essere buono, bello”.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 03-03-2022


Cosa sono e come si riconoscono i dolori da impianto?

Le più belle frasi di auguri per il primo compleanno