Donne forti, amazzoni e super eroine, Mugler immagina una primavera/estate audace, movimentata, piena di quel dinamismo che tanto ci manca.

Scolpite nella pietra, atletiche e fiere, sono le modelle protagoniste del fashion film che presenta la nuova collezione di Mugler primavera/estate 2021, e tra cui ci sono volti ormai iconici come quello di Irina Shayk, Bella Hadid, Alek Wek e Soo Joo Park. Una sfilata che sfrutta al massimo la dimensione digitale, trasformando le modelle in eroine da film Marvel, che mentre attraversano la passerella, improvvisamente danzano o si esprimono in un gesto atletico.

La particolarità del video, realizzato dallo Studio Torso, è di essere stato montato all’indietro: la sfilata infatti si apre con l’ultima scena, in cui Bella Hadid abbraccia letteralmente al volo Casey Cadwallader, attuale direttore creativo della maison. L’emblema perfetto della donna che racconta Mugler oggi, un angelo ma decisamente contemporaneo e soprannaturale.

Casey Cadwallader e Mugler: la sfilata delle amazzoni hi-tech

La donna come amazzone è un’immagine che nel corso delle sfilate di quest’anno, sia nelle collezioni invernali che estive, è tornata in maniera prepotente. Quella che racconta Cadwallader per Mugler, è sicuramente un’amazzone hi-tech, moderna, più vicina a quella interpretata da Gal Gadot in Wonder Woman, ma in puro stile Mugler, che aggiunge alle sue collezioni e alla sua immagine un’allure soprannaturale, un po’ alien.

Il denim chiaro, nelle nuance del bianco e del celeste è un capo chiave ma a dispetto dei modelli vintage delle ultime tendenze, Mugler celebra nel modello con cui Bella Hadid apre la sfilata il design, l’essenzialità mettendone in mostra nervature, un cartamodello che prende vita e diventa quasi una seconda pelle. Un dettaglio che racchiude l’essenza di tutta la sfilata, dove i capi non si destrutturano ma diventano armature per le city moderne.

Mugler, una primavera/estate 2021 dai colori sgargianti, trasparenze e cut out

I colori sono in tonalità fredda e spiccano, al neon, nelle nuance più vivaci del rosso, del verde fluo e del blu, mentre giochi di chiaro scuro tra bianco e nero mettono in risalto la bellezza del corpo femminile, su cui si modellano body suit in denim, in tessuto tecnico, vestiti drappeggiati, gonne e pantaloni strettissimi, come fossero una seconda pelle.

Anche nella primavera/estate 2021 di Mugler tornano scintilli in piccoli frammenti di cristallo che ricoprono il corpo su tessuti trasparenti, che vanno dalle calze ai guanti, che sono gli unici accessori a sfilare.

Tra i tessuti anche il tulle ruba la scena, in strisce e incroci che vanno a modellare top dalle forme imprevedibili, quasi fossero bende da combattimento. Il risultato è una galleria di outfit audaci, sexy e dinamici, anche nelle loro silhouette più strette.


Una collezione che varca le stagioni della maison: la sfilata Aria di Gucci e Balenciaga

Consigli per gli acquisti: guardaroba floreale primavera/estate 2021 edition