Francesca Fioretti ha rotto il silenzio in merito all’iter giudiziario che ha seguito la morte del suo compagno, Davide Astori.

Dopo l’improvvisa scomparsa di Davide Astori, avvenuta per un problema cardiaco il 4 marzo del 2018, Francesca Fioretti – madre di sua figlia Vittoria – si era chiusa nel massimo silenzio. Stavolta la modella ha però deciso di commentare, per la prima volta, la vicenda giudiziaria che ha seguito la morte del suo compagno, e ha fatto sapere di trovare inaccettabili le notizie parziali diffuse dalla stampa mentre il processo è ancora in atto.

Vaccino Covid-19, vuoi scoprire quando sarà il tuo turno?

“Resto stupita da questo passo così avventato e dal fatto che venga fornita un’interpretazione parziale e contraddittoria di una perizia medica che rappresenta a ogni modo solo una di quelle di cui dispone la magistratura. Il processo in corso serve ad arrivare a una verità, che non sarà consolatoria in ogni caso: l’idea che la morte di Davide potesse essere evitata aumenta persino il dolore”, ha scritto nel suo post via social.

Francesca Fioretti: il processo sulla morte di Astori

Sulla morte di Davide Astori è in corso un processo dove le perizie dovranno stabilire se la scomparsa del capitano della Fiorentina potesse essere evitata. I risultati delle super perizie scagionano l’unico imputato (per omicidio colposo), l’ex direttore della medicina sportiva di Carreggi Giorgio Galanti. La compagna di Astori, Francesca Fioretti, ha manifestato il suo sgomento per le notizie in circolazione, che offrirebbero un’interpretazione parziale di quanto accaduto.

Davide Astori
Davide Astori

“Se esisteva anche la più piccola possibilità che avesse a disposizione un minuto in più, un’ora in più o la sua vita intera, io credo che quella possibilità dovesse essere esplorata, che lui meritasse di averla e che tutto ciò che l’ha ostacolata debba in caso venire alla luce. Per lui e per evitare che succeda di nuovo”, ha scritto Francesca Fioretti, che in questi anni ha cercato di proteggere la sua privacy e quella della piccola Vittoria, la figlia che lei e Astori hanno avuto nel 2016.

L’udienza e le super perizie

Il 4 febbraio l’esito delle perizie sarà discusso in tribunale e Francesca Fioretti ha fatto sapere che sarà presente all’udienza, confidando ancora una volta nella giustizia. L’ex capitano della Fiorentina soffriva di una cardiomiopatia che non sarebbe emersa durante le sue ultime prove da sforzo. Il processo servirà a stabilire se la sua scomparsa poteva essere evitata.

Vaccino Covid-19, vuoi scoprire quando sarà il tuo turno?


Maria Teresa Ruta: “Ho avuto una storia di una notte con un cantante famoso”

Taylor Mega a Dubai, pioggia di critiche: lei risponde… col lato B!