Gli smartphone che maneggiamo oggi sono completamente diversi da quelli del passato: vediamo i modelli di cellulari più famosi di sempre.

Oggi siamo abituati ad avere smartphone all’ultima moda, che possono quasi essere considerati una seconda pelle. Eppure, soltanto vent’anni fa, la realtà era molto diversa: per portare con sé i primi telefonini era quasi necessaria una valigia. Scopriamo quali sono i modelli di cellulari famosi, ovvero i primi che sono arrivati in Italia.

Modelli di cellulari famosi: i primi telefonini sbarcati in Italia

Quante persone riuscirebbero a fare a meno dello smartphone? Oggi nessuno, ma un tempo la realtà era molto diversa. Le nonne avevano a malapena un telefono fisso, motivo per cui non avrebbero mai accettato di maneggiare un “apparecchio” senza fili. Eppure, non bisogna tornare all’era della pietra per dare uno sguardo alla vita priva di connessioni: la tecnologia cellulare è stata inventata in Giappone nel 1979, mentre la prima telefonata con il telefonino risale al 1973, per mezzo di un Motorola DynaTac. Pertanto, stiamo parlando rispettivamente di 43 e 49 anni fa.

I primi cellulari in Italia, invece, arrivano nel mese di marzo del 1990, quando la Sip – oggi Telecom – presenta i primi due modelli di telefonini: il Nokia Cityman e il Motorola Micro Tac. Ovviamente, il prezzo era a dir poco proibitivo: 3 milioni di lire il primo e circa 4 milioni il secondo. Quella che oggi considereremmo una pecca, però, non era solo il prezzo. Pesavano molto, circa mezzo chilo, e avevano un’autonomia in chiamata di massimo un’ora. Che dire, poi, dei costi inerenti le telefonate? Non esistevano piani tariffari fissi e si ricevevano veri e propri salassi mensili. Con la nascita della sim card ricaricabile, datata 1994, la situazione cambia. Pian piano, i cellulari iniziano a costare meno e si diffondono a macchia d’olio. Basti pensare che, nel 1998, l’Italia era tra i primi 10 Paesi al mondo per l’uso dei telefonini.

Telefoni che hanno fatto la storia

I cellulari Anni ’90 sono considerati oggi veri e propri cimeli. Datato 1992 e super gettonato è stato il Nokia 1011, ma soltanto con il seguente modello, il 2110, arrivato nel 1994, è nata la suoneria Nokia che ancora oggi si sente squillare. Il primo telefonino senza antenna esterna, invece, è arrivato nel 1996 ed è il Toshiba TCP-6000. Nonostante tutto, in questo anno, ad aver dominato la scena è stato ancora una volta Nokia, con l’8110, soprannominato “banana phone” per la sua forma. Forte del successo, nel 1998 la Nokia lancia il modello 5110, con cover intercambiabili e con il fantastico gioco Snake, e nel 1999 è arrivato il 7110, il primo con la connessione internet. La vera leggenda, però, arriva nel 2000: si tratta del Nokia 3310, un cellulare a dir poco indistruttibile e ancora oggi super desiderato.

Come avrete facilmente intuito, ad aver fatto la storia dei telefonini è stata l’azienda Nokia. Tanti altri brand hanno provato ad imitarla, da Siemens a Samsung, passando per Motorola, ma senza scalzarla dal podio. Tra gli altri modelli che hanno riscosso un discreto successo si ricordano: Samsung SPH M100 (2000), Ericsson R380 (2000), Sony Ericsson T68m/i (2001), Nokia 1100 (2003), Nokia 6630 (2004), BlackBerry 6210 (2004), Motorola RazrV3 (2004) e Apple iPhone (2007).

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 02-03-2022


Cos’è il “telefono rosso” proposto dal Pentagono per i colloqui Usa-Russia?

Gas, il governo dichiara lo stato di preallarme: ecco cosa vuol dire