Facebook Messenger Rooms, che cos'è e come funziona

Alla scoperta di Messenger Rooms, la nuova funzione di Facebook

Facebook prova a contrastare il dominio di Zoom con Messenger Rooms, la funzione che permette a tutti di fare videochiamate. Ecco come funziona.

In molti avranno senz’altro notato che aprite l’app di Messenger, oppure andate su Facebook da pc, vi compare una sorta di piccolo carosello in cui, tra le tante icone, ve n’è una con la scritta “Rooms: unisci i tuoi amici.”

Se l’avete già vista, sappiate si tratta di Messenger Rooms, la funzione che, a dire il vero, era già presente all’interno di questo social network ma che, ultimamente, complice il coronavirus e tutto ciò che ne consegue, è stata modificata. Ecco che cos’è, come funziona e il motivo per cui Mark Zuckerberg lo ha voluto fare proprio in questo periodo.

Cos’è Messenger Rooms e quante persone contemporaneamente in video?

Messenger Rooms era una funzione già presente da parecchio tempo su Facebook e che, di fatto, sia attraverso l’app per smartphone sia sul pc, permetteva di selezionare gli amici con cui volersi collegare per poi far partire delle videochiamate.

facebook dating
Fonte Foto: https://pixabay.com/it/illustrations/facebook-cursore-del-mouse-76536/

Questa funzione, che non era di fatto mai stata pubblicizzata moltissimo, con l’esplosione di Zoom e Google Meet in questo periodo di forzato telelavoro e relazioni a distanza, è stata non solo pubblicizzata con molta forza, ma anche migliorata.

Adesso, infatti, è possibile videochiamare fino ad un massimo di cinquanta persone contemporaneamente. Per farlo è necessario semplicemente cliccare sul bottone “Rooms” per poi andare a creare una stanza, selezionando il motivo per il quale lo si sta facendo (per esempio una conversazione, un incontro di lavoro piuttosto che una registrazione).

Dopo aver selezionato tutti i partecipanti, senza dimenticare prima di averli tra gli amici, si deve impostare in pochissimi click l’orario e la data di inizio ed il gioco è fatto.

Facebook all’attacco di Zoom

Con questa mossa, dunque, Facebook si candida ufficialmente per essere il diretto competitor di Zoom e Meet, le due principali di piattaforme che permettono di compiere videochiamate con tantissime persone contemporaneamente.

Riuscirà in questo suo obiettivo già nel breve-medio termine? Staremo a vedere che cosa accadrà, ma una cosa è certa: non sarà facile far cambiare le abitudini di tutti quegli utenti che, ormai da parecchio tempo, hanno deciso di utilizzare – con successo e piena soddisfazione – queste due piattaforme.

La quarantena fa ingrassare? Scarica QUI la dieta da seguire ai tempi del coronavirus.

Fonte Foto: https://www.facebook.com/messenger/

ultimo aggiornamento: 04-05-2020

X