Meno studi, meno vivi: lo dice una ricerca

Una ricerca afferma che abbandonare precocemente gli studi è come fumare, toglie 10 anni di vita

chiudi

Caricamento Player...

Secondo una ricerca dell’Università del Colorado, terminare precocemente gli studi è dannoso per la salute e rende più inclini alle malattie.

Leggi anche: Fumo: scoperte nuove patologie causate dalle sigarette

Chi lascia gli studi prima del tempo, farà, molto probabilmente un lavoro più usurante e sarà più esposto a malattie mentali. A queste considerazioni, i ricercatori ci sono arrivati tramite un’analisi dei dati appartenenti alla popolazione statunitense dal 1925 a oggi. Hanno cercato di capire, quanto gli studi abbiano influenzato la salute delle persone.

Sono giunti alla conclusione che nel 2010 si sarebbero potuti evitare ben 145.000 morti, se gli studi fossero arrivati almeno al livello di un diploma di base.

Queste cifre sono simili alle morti dovute al fumo, quindi si può dire che smettere precocemente gli studi fa male come fumare.

I ricercatori, hanno così spiegato le loro analisi:

“Le politiche che migliorano l’adesione scolastica migliorano anche la salute della popolazione. I nostri risultati dimostrano che le politiche che puntano a migliorare l’adesione scolastica, migliorano anche la salute della popolazione, soprattutto se si tiene in considerazione il peggioramento delle diseguaglianze nell’educazione in America”.

Secondo Krueger, autore della ricerca, è necessario invertire il prima possibile la tendenza a abbandonare la scuola troppo presto.