Maurizio Gasparri insulta una fan di Fedez su Twitter: “Mettiti a dieta!”

La giovane Maria Pia di 13 anni insultata su Twitter dal politico Maurizio Gasparri, perchè aveva preso le difese del suo cantante preferito Fedez.

Nello scambio di battute tra il cantante rapper Fedez e il politico Maurizio Gasparri, è finita anche la voce della giovane Maria Pia di soli 13 anni. La ragazza, volendo difendere il suo idolo dagli insulti del deputato che lo aveva definito “un coso colorato” per via dei tatuaggi, ha scelto di pubblicare una foto che la ritrae insieme al cantante e aggiungere questo post: «Caro Gasparri, il “coso colorato” è una persona pulita e umile, a differenza tua che sei sporco».

Sono bastati pochi minuti a Maurizio Gasparri per rispondere alla ragazzina con questa agghiacciante frase:  «Meno droga, più dieta, messa male». In molti si sono chiesti se il profilo del deputato potesse essere un “fake”, ma la triste verità è invece che si tratta proprio del suo profilo personale.

Forse il politico non ha pesato le parole, forse si è sentito attaccato e ha deciso di rispondere per le rime, certo è che, come lui stesso ha dichiarato non ha alcuna intenzione di scusarsi, anzi, sostiene di essere lui ad essere stato offeso dalla ragazzina e che, addirittura, contatterà i suoi legali per valutare azioni penali. Da parte sua Fedez ha rassicurato i genitori della ragazza, mettendosi a disposizione per garantire assistenza legale qualora Gasparri volesse procedere legalmente.

A rendere tuttavia più drammatica questo triste episodio, resta il fatto che Maria Pia ha solo 13 anni ed è già stata più volte vittima di bullismo a scuola, a causa del suo sovrappeso, motivo per cui gli insegnanti hanno portato avanti un progetto di sensibilizzazione per aiutare lei e le vittime di bullismo.

Fedez ha scritto un lungo messaggio in cui si dichiara “spaventato” da questo sistema che consente a persone come Gasparri una tale manifestazione di arroganza e di superbia nei confronti dei cittadini:

“Per me il rispetto, in particolar modo da parte di chi detiene il potere, è la base della democrazia rappresentativa e della società civile stessa. Altrimenti serve a poco sdegnarsi e stupirsi dei ragazzini torturati negli autolavaggi e fare le campagne ministeriali anti bullismo. Io non ce la faccio a considerare un atto di violenza come qualcosa che non mi riguardi. Non è politica. E’ solo buon senso”

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 23-10-2014

Donna Glamour

X