Brutte notizie per i fan dei Maneskin, che dovranno aspettare ancora un po’ per vedere i loro idoli dal vivo, visto che il tour è stato posticipato.

Le date europee e italiane dei Maneskin saranno riprogrammate: ebbene sì, i fan del gruppo romano dovranno attendere per poter ascoltare la loro musica dal vivo.

Il tour dei Maneskin, intitolato “Loud Kids on Tour ’22“, è stato rimandato a causa della pandemia di Covid-19, perché in alcuni Paesi in particolare è impossibile organizzare i concerti, per via delle troppe restrizioni all’attivo. Il gruppo di giovani rocker ha annunciato il cambiamento con un video sui social.

Ecco Damiano, il frontman del gruppo, cosa ha detto: “Ciao a tutti, siamo molto dispiaciuti di comunicarvi che dobbiamo rimandare l’intero tour a causa della situazione Covid”, ha detto Damiano, spiegando: “Abbiamo lavorato a lungo per questo tour e tutto era pronto per partire, ma sfortunatamente negli ultimi giorni abbiamo avuto brutte notizie in merito alle regole delle capienze nei locali. Non possiamo garantire tutti i concerti perché ogni Paese ha le sue regole, e dobbiamo attenerci a questo, ovviamente, perché vogliamo che i nostri concerti si tengano in totale sicurezza per tutti. Siamo davvero molto dispiaciuti e speriamo di avere la possibilità di comunicarvi le nuove date il prima possibile e non oltre il 1 marzo 2022”

Al momento, rimangono invece confermati tutti gli spettacoli all’aperto tra cui Arena di Verona, Circo Massimo e Lignano Sabbiadoro e le partecipazioni della band a tutti i Festival già annunciati. 

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

Maneskin

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 25-01-2022


Ivana Spagna confessa: “Ho pensato al suicidio”

Terribile lutto per il famoso attore: il figlio aveva solo 26 anni