L’insonnia dei bambini

Tutti i consigli per ridare sonno e riposo ai vostri bambini

chiudi

Caricamento Player...

L’insonnia non è solo un disturbo che colpisce gli adulti. Molto diffusa è l’insonnia dei bambini e adolescenti. Cattive abitudini, problemi e ansie sono alla base del disturbo che li tiene svegli.

L’insonnia dei bambini

I sintomi più frequenti che vi sveleranno se i vostri bambini dormono male o poco sono  individuabili nel loro comportamento al mattino. Una stanchezza eccessiva, svogliatezza, scontrosità e irritabilità possono essere imputati alla cattiva qualità del sonno.

Le ragioni possono essere determinate dagli ambienti: troppi rumori o troppa luce proveniente dall’esterno impediscono ai bambini di addormentarsi subito e dopo le 21 fanno più fatica a ritrovare il sonno.

Le abitudini sbagliate possono però essere nella stanza: un materasso inappropriato, troppo morbido o troppo duro; computer e videogiochi accesi fino a tardi che ostacolano la produzione della melatonina, l’ormone del sonno.

Non dimenticate che cibo pesante e grasso ostacola il sonno; preferite cibi che favoriscano la produzione di serotonina (come pollo, uova, pesce e latte). Ottima anche la tazza di latte prima di andare a dormire.

Evitate suoni fastidiosi e favorite la diffusione di suoni monotoni come quelli del ventilatore che bloccano nel cervello la sensazione dei suoni diversi.

Ricordate di prestare attenzione alla temperatura che deve essere ideale.

Infine i profumi: lavanda e camomilla aiutano a distendere i sensi. Sceglieteli per i detersivi in modo che le lenzuola abbiano un profumo delicato e tranquillizzante. Anche i diffusori per ambienti o dei mazzolini di lavanda possono fungere da ottimo rimedio naturale.

Non dimenticate che il fattore può esser psicologico e che il problema può essere causato da preoccuazioni di diversa natura. Parlate col vostro bambino e scoprite se c’è in famiglia o a scuola qualcosa che lo turba e che lo preoccupa. Se lo ritenete necessario rivolgetevi ad uno specialista che vi aiuti a capire cosa preoccupa il vostro bambino.