Le tisane depurative

Alcuni tra i più efficaci rimedi naturali per smaltire gli stravizi del’estate

chiudi

Caricamento Player...

Le tisane depurative sono le nostre più fidate compagne all’inizio dell’autunno, soprattutto se dobbiamo rimettere a posto l’intestino.

Rimediare agli eccessi alimentari

Durante il periodo estivo, soprattutto quando l’estate sta finendo e si approssimano sempre più velocemente gli impegni a cui fare fronte durante l’autunno, è facile lasciarsi tentare da qualche golosità non proprio salutare, pensando a coccolarsi un po’ prima che lo stress si impossessi di noi.
Cibi grassi e salati, come patatine fritte e altro junk food, bibite dolci e gassate, dolci i ogni tipo, sono le principali fonti delle nostre tentazioni. E’ facile, quando ne abusiamo, risentirne immediatamente: brufoletti, gonfiore, indisposizione intestinale. Il modo migliore e più naturale in assoluto per smaltire gli eccessi alimentari è cominciare a preparare una tisana ogni sera prima di andare a dormire e, se possibile, durante il giorno lontano dai pasti.

Le tisane depurative più efficaci

La tisana depurativa Bonomelli è un mix equilibrato tra ingredienti depurativi (tè verde, curcuma, tarassaco, sambuco e altri) e ingredienti che ne rendono più gradevole il sapore (camomille, scorze d’agrumi). Normalmente le tisane non dovrebbero contenere teina, tuttavia si fa sempre volentieri un’eccezione per il tè verde, che ne contiene poca e presenta ottime proprietà diuretiche e depurative.
Anche la tisana depurativa de L’Angelica contiene sambuco, ma vi abbina finocchio, liquirizia e rabarbaro. La piacevolezza del sapore di questa tisana è data dall’abbinamento della liquirizia e della menta piperita, che la rende molto gradevole soprattutto la sera.
C’è naturalmente chi preferisce preparare da sola le combinazioni delle proprie tisane depurative. In questo caso l’erboristeria ci fornirà tutte le materie prime di cui abbiamo bisogno, oppure si potrà chiedere di preparare una miscela così composta: 30 grammi di pilosella, 20 di cardo mariano e 20 di tarassaco, 20 grammi di fumaria e 10 grammi di menta. Un cucchiaio di questo composto andrà messo in infusione con l’apposito infusore o con un sacchetto di garza in una tazza d’acqua bollente per una decina di minuti.