Le Sfilate della Milano Fashion Week 2017

Le firme più attese sul palcoscenico milanese

chiudi

Caricamento Player...

Le sfilate della Milano Fashion Week 2017 sono già state quasi tutte programmate e il programma è fittissimo.

Quando ci sarà la Milano Fashion Week 2017?

La febbre della moda milanese si è già diffusa a macchia d’olio e da diverse settimane, perché mancano ormai una manciata di giorni all’inizio della Settimana della Moda di Milano.
Gli eventi si susseguiranno al consueto, serratissimo ritmo, tra il 22 e il 27 Febbraio. Eventi e sfilate vere e proprie cominceranno ogni giorno alle 9.00 per proseguire, senza quasi interruzione fino alle 20.30. Questo programma varrà ogni giorno tranne che per l’ultimo: l’ultimo evento del 27 Febbraio comincerà alle 13.00, per dar modo a tutti i fashion addicted e agli addetti del settore di sciamare elegantemente fino alle passerelle parigine, che si animeranno già a partire dal giorno successivo per la consueta settimana della moda di Parigi.

Le Sfilate della Milano Fashion Week 2017

Le sfilate delle varie case di moda sono anche per questa edizione il vero cardine sul quale ruota l’evento.
Il programma completo delle sfilate è disponibile sul sito ufficiale della Camera Nazionale della Moda Italiana.
Da segnalare Gucci alle 15.00 del 22 Febbraio a Via Mecenate 77. Il giorno sucessivo, alle 12.30 sarà la volta di Fendi a Via Solari 35. Sempre il 23 sfileranno Prada e Moschino, rispettivamente alle ore 18 a Via Fogazzaro e alle 20 a Via San Luca. Alle 20,30 lo scalone Arengario di Piazza Duomo ospiterà la sfilata di Atsushi Nakashima, ultima della giornata.
Sabato 25 sfileranno Bottega Veneta, Blumarine e Missoni.
Il giorno successivo sarà la volta di Trussardi e Laura Biagiotti (che cominceranno a sfilare alle 11.15 e alle 12.00).
La giornata conclusiva, che chiuderà farà calare definitivamente il sipario sulla settimana della moda alle 13 e non in serata, attende come ospite d’onore Giorgio Armani che sfilerà alle 10.30 a Via Bergognone, 59.
Quest’anno la moda milanese farà a meno dell’estrosità delle creazioni di Roberto Cavalli, impegnato in un profonda riscrittura del brand che ha impedito alla maison di essere presente sulle passerelle meneghine.

Fonte Immagina di Copertina: Camera della Moda Italiana