Le poesie di Pasqua per bambini: Gianni Rodari e Luisa Nason

Poesie e filastrocche che anche i più piccoli possono ricordare

Le poesie di Pasqua per bambini sono un buon pretesto per allenare l’attenzione e la memoria anche dei più piccoli. Parole semplici, componimenti brevi e temi universali per le più belle poesie dell’anno.

Le poesie di Pasqua di Gianni Rodari

Gianni Rodari fu uno dei più grandi scrittori italiani per l’infanzia. I suoi componimenti, sempre estremamente intelligenti e piacevoli alla lettura, riescono a parlare al cuore dei più piccoli utilizzando il loro stesso linguaggio.

E’ arrivato un treno carico 

E arrivato un treno carico di..
Il quarto vagone è riservato
a un pasticcere rinomato
che prepara, per la Pasqua,
le uova di cioccolato
Al posto del pulcino
c’è la sorpresa.
Campane di zucchero
suoneranno a distesa.

Dall’uovo di Pasqua

Dall’uovo di Pasqua
è uscito un pulcino
di gesso arancione
col becco turchino.
Ha detto: “Vado,
mi metto in viaggio
e porto a tutti
un grande messaggio”.
E volteggiando
di qua e di là
attraversando
paesi e città
ha scritto sui muri,
nel cielo e per terra:
“Viva la pace,
abbasso la guerra”.

Il pulcino marziano

Ho visto, a Pasqua,
sbarcare dall’uovo di cioccolato
un pulcino marziano.
Di certo il comandante 
di quell’uovo volante
di zucchero e cacao
con la zampa ha fatto “ciao”.
E il gatto, per la sorpresa,
non ha detto neanche “miao”.

Le poesie di Pasqua per bambini di Luisa Nason

Pasqua (I)

Il sole stamattina è molto affaccendato
a risvegliare i fiori del frutteto e del prato.
Poi bussa d’ogni nido alla porta piccina:
– Su, cinguettate, presto: è festa stamattina.
Alle campane dona il raggio più lucente
e prega: – Sorelline, chiamate tanta gente!
Chiede mammina rondine: – Che succede laggiù?
Cantano i bimbi in coro: – E’ risorto Gesù!
Ogni bimbo ha nel cuore un fiore ed un sorriso;
Gesù tutto contento li porta in Paradiso.

Pasqua (II)

Senti… Canta una fonte l’armonia
dolce di Pasqua: come canta bene!
e un usignolo le fa compagnia
Senti… cantano i rami dei frutteti,
cantano i fior di pesco e le verbene;
è Pasqua, oggi non hanno più segreti.
Senti… Cantano insieme le campane;
dal monte e dalla cerula prianura
ci porta il vento le voci lontane.
Ascolta… C’è una voce nel tuo cuore
come una fonte di dolcezza pura:
– E’ Pasqua, è Pasqua, è risorto il Signore!-
Non vedi… ogni finestra par fiorita:
se non ha fiori il soli li provvede
che si compiace a risvegliar la vita;
ed ogni viso è ormai senza dolore,
perchè alle pene basta questa fede:
– E’ Pasqua, è Pasqua, è risorto il Signore!-