Lavori estivi all’estero per studenti

Lavori estivi all’estero per studenti: come guadagnare mentre si studia ancora

chiudi

Caricamento Player...

I giovani studenti, universitari e non, possono decidere di trascorrere qualche settimana di vacanza in estate prima di rimettersi sui libri per gli esami. Tuttavia, oltre che per divertirsi l’estate si può rivelare anche un ottimo periodo dell’anno per dedicarsi a qualche attività lavorativa, magari anche all’estero per guadagnare qualcosa e imparare le lingue straniere. In questo senso, molto gettonate rimangono mete come Spagna, Francia e Regno Unito per imparare almeno le basi dello spagnolo, del francese o dell’inglese. Ma quali sono i lavori da poter svolgere all’estero d’estate?

Lavori estivi all’estero per studenti: imparare le lingue lavorando

Di certo, i lavori all’estero al contatto col pubblico sono quelli che maggiormente vi daranno la possibilità di interloquire con le persone mettendo alla prova le vostre abilità linguistiche. Una volta trovata un’adeguata sistemazione, che sia una casa, un ostello o un alloggio proprio per studenti, potreste pensare di trovare lavoro negli innumerevoli locali che popolano le capitali degli stati che abbiamo citato prima. Lavorare in gelateria, come camerieri, alla reception di qualche ostello, come barista, potrà darvi la possibilità di conoscere tante persone e darvi l’opportunità di conversare in lingua madre.

Lavori estivi all’estero per studenti: dove trovare delle offerte di lavoro

Per trovare delle idonee offerte di lavoro all’estero, potrete pensare di chiedere ai centri per l’impiego delle nostre città, oppure fare riferimento a delle banche dati online che presentano delle offerte per il lavoro estivo. Non solo. Potete anche pensare di affidarvi a delle newsletter/internet, dove trovare delle offerte effettivamente consone a quelle che sono le vostre esigenze lavorative e personali. Sembra però un’ottima opportunità per guadagnare qualche soldo senza perdere di vista la priorità dello studente di dedicarsi alla sua attività principale che è appunto quella di studiare.