La carriera di Beatrice Vio, campionessa paralimpica di Rio 2016

La carriera di Beatrice Vio: i successi di una giovanissima ragazza che ha fatto del suo sogno un successo internazionale con tanto di medaglie d’oro

chiudi

Caricamento Player...

Beatrice Vio è stata una delle indiscusse protagoniste della XV edizione dei Giochi Paralimpici di Rio de Jainero 2016.

Il debutto

Classe 1997, Beatrice Vio conosciuta come Bebe sin da piccola ha dimostrato un grande interesse e talento per la scherma. All’età di 11 anni si ammala di una meningite fulminante con conseguente amputazione di gamba e braccia. Un trauma spaventoso per una ragazzina di soli 11 anni. Nonostante la dura prova, Beatrice dopo solo un anno ritorna ad allenarsi con una particolarissima protesi in grado di consentirle di usare il fioretto. Alcuni anni dopo Beatrice diventa testimonial raccontando la sua storia in diversi programmi televisivi e gareggiando con la campionessa Valentina Vezzali. Nel 2009 la famiglia ha fondato la Art4Sport, una Onlus di sostegno per tutti quei bambini che hanno vissuto lo stesso terribile trauma della figlia.

 Il grande successo

Beatrice Vio debutta nel 2010 a Bologna con la prima gara ufficiale. L’anno dopo vince il titolo di campionessa italiana categoria Under 20, mentre nel 2012 e 2013 è campionessa italiana assoluta. Nel 2014 vince il titolo europeo assoluto di fioretto individuale e a squadra durante i campionati paralimpici di Strasburgo, mentre a settembre vince il titolo mondiale Under 17 a Varsavia. Nell’ottobre 2016 riceve l’Italian Paralympic Award e a settembre 2015 viene nominata campionessa mondiale paralimpica nella categoria “fioretto individuale” durante i campionati di scherma di Eger. A settembre 2016, invece, trionfa durante la XV edizione dei Giochi Paralimpici di Rio de Janeiro vincendo la medaglia d’oro categoria “individuale” e la medaglia di bronzo nella prova a squadre.

(fonte foto: facebook.com/BeatriceVioOfficialPage/)