Il Volo: le curiosità sul trio di tenori

Il Volo: dalle curiosità sul trio dal successo mondiale a una polemica scoppiata con il critico Vittorio Sgarbi.

Il Volo è un gruppo musicale costituito da 3 giovani talenti: i tenori Piero BaroneIgnazio Boschetto e il baritono Gianluca Ginoble. Hanno esordito giovanissimi in TV, ma ben presto la loro bravura li ha condotti in giro per il mondo e al fianco di straordinari musicisti (tra tutti il loro idolo e grande amico Andrea Bocelli). Scopriamo alcune curiosità sul trio, e la polemica nata con Vittorio Sgarbi.

Le curiosità su Il Volo: Gianluca Ginoble, Piero Barone e Ignazio Boschetto

– Si sono conosciuti al talent show per bambini “Ti lascio una canzone” dove si erano presentati individualmente. Sarà il regista Roberto Cenci a spingerli a diventare un trio. Per la loro giovane età vengono soprannominati “i tenorini“. In seguito prenderanno il nome di “Il Tryo” e per finire, dopo l’uscita del loro primo disco, diventeranno definitivamente Il Volo.

– Il loro traguardo più ambito è la vittoria di un Grammy Awards. Sono già stati candidati nel 2011, ma non l’hanno vinto. Ginoble stesso aveva dichiarato a Panorama: “Se possiamo sognare, tanto vale farlo in grande!”.

– Sia Piero Barone che Ignazio Boschetto hanno dei tatuaggi ispirati alla musica, mentre Gianluca Ginoble non ha nessun tatuaggio.

-Piero Barone per qualche mese (è finita nel febbraio 2019) è stato il fidanzato di Valentina Allegri, figlia dell’allenatore Massimiliano.

– Nel 2015, durante un viaggio a New York, hanno conosciuto Woody Allen.

IL VOLO
IL VOLO

– Nel 2019 un anniversario importante: i 10 anni di carriera direttamente festeggiati sul palco dell’Ariston.

-Brutto episodio nel corso del Festival di Sanremo: durante la lettura della classifica all’Ariston, un gruppo di giornalisti in sala stampa ha esultato per il loro terzo posto, con toni poco piacevoli.

Il Volo: per Trump non si sono esibiti

Nel 2017 il trio ha dichiarato in un’intervista a Il Corriere della Sera che avrebbe rifiutato di esibirsi alla cerimonia di insediamento del presidente Donald Trump. Queste le parole dei ragazzi:

“Abbiamo rifiutato il suo invito perché non siamo mai stati d’accordo con le sue idee: non possiamo appoggiare un uomo che ha basato la sua ascesa politica sul populismo oltre che su atteggiamenti xenofobi e razzisti. La musica non c’entra con la politica. Non potevamo cantare per una persona con cui non condividiamo quasi niente”.

Per via del rifiuto, Il Volo è stato oggetto di numerose critiche, dichiarate apertamente via social, da parte di Vittorio Sgarbi. Il critico li ha accusati di non aver ricevuto alcun invito e di aver inventato la vicenda solo per farsi pubblicità.

In seguito i tre musicisti, ospiti a Domenica Live, hanno mostrato dei documenti che avrebbero attestato la veridicità di quanto affermato.

Sgarbi però ha telefonato al consolato statunitense, confermando che nessun artista italiano sarebbe stato chiamato al fine di celebrare il presidente degli Stati Uniti.

ultimo aggiornamento: 29-03-2019

X