Il prezzo della curcuma

Le varie forme e i relativi costi di una spezia utilissima

chiudi

Caricamento Player...

Il prezzo della curcuma ormai non è molto elevato, dal momento che anche il mercato occidentale si sta aprendo al suo consumo.

Curcuma essiccata e fresca

La curcuma essiccata e ridotta in polvere si trova praticamente in tutti i supermercati, accanto a tutte le altre spezie che siamo più abituati ad usare nella nostra cucina tradizionale.
Il costo è veramente ridotto: un vasetto da 30 grammi costa circa 2 euro, quindi non conviene affatto acquistare questo prodotto on line, perché molto spesso le spese di spedizione superano di gran lunga il costo del prodotto.

La curcuma fresca si trova per lo più nei supermercati, nel reparto frutta e verdura. Anche in questo caso il costo è molto contenuto: un chilo di curcuma costa circa 10 euro, ma non se ne acquista mai in quantità così elevate, dal momento che l’aroma della radice fresca si dissolve abbastanza in fretta, che se il colore rimane brillante a lungo.

Il prezzo della curcuma: oli essenziali e tintura madre

L’olio essenziale di curcuma è un prodotto abbastanza costoso. Per quanto su marketplace on line come ebay si trovi a meno di otto euro per un flacone, normalmente costa tra i 15 e i 20 euro per 10 ml. Viene utilizzato per realizzare diversi tipi di medicamenti: utilizzato come olio da massaggi serve a trattare atriti reumatoidi, dolori articolari o muscolari, sciatica. Disciolto in acqua viene assunto per combattere parassiti intestinali, infezioni micotiche e ulcere.
Integratori a base di curcuma vengono utilizzati per migliorare il metabolismo del fegato, favorire la digestione ed evitare la formazione di aria nell’intestino, regolare il senso di sazietà e favorire lo smaltimento dei grassi corporei.
Una confezione di integratori a base di curcumina costa in genere meno di 10 euro, ma il prezzo può variare a seconda degli altri ingredienti utilizzati nell’integratore. E’ bene sapere che la piperina (presente nel pepe) è normalmente inserita nella formulazione degli integratori a base di curcumina perché ne migliora l’assorbimento massimizzandone l’efficacia. Chi soffre di disturbi epatici o di calcoli alla colecisti dovrebbe assumere piperina con molta parsimonia, quindi utilizzare integratori che la contengano solo sotto stretta osservazione del medico.