Cosa conviene visitare in tre giorni

Armandosi di scarpe comode e intraprendenza è possibile visitare città grandi e ricche di monumenti come le capitali europee anche in un solo finesettimana: il trucco è capire da dove iniziare, e fin dove potersi spingere. Bisogna dare la priorità a monumenti e palazzi imperdibili, veri e propri simboli di un’intera cultura: per esempio, non si può dire di aver visitato Copenaghen se non si è passati almeno una volta di fronte alla statua della Sirenetta. Ma la lista continua: questi gli spunti per passare un fruttuoso weekend a Copenaghen.

Esplorando il centro cittadino

Il percorso non può che partire dal Nyhavn, ossia il porto turistico della capitale danese famoso per le tipiche casette colorate attaccate l’una all’altra. Dopo una passeggiata esplorativa è il momento di addentrarsi nella storia e architettura della città visitando la Marmorkirken (“cattedrale di marmo”), ispirata alla Basilica di San Pietro: vanta la cupola più grande di tutta la Scandinavia. Dopo un tuffo nell’innovazione grazie alla vista dell’Opera House – tra i teatri più moderni del mondo – si ritorna nel passato dentro la Kastellet: antica fortificazione militare a forma di stella con ordinate casette rosse, prati erbosi e sentieri.

Un weekend a Copenaghen tra musei e giardini

Se si ha voglia di approfondire ulteriormente il proprio viaggio nell’arte danese, si può scegliere tra il Museo Nazionale e la Pinacoteca Nazionale della Danimarca, da visitare con calma per via delle sue immense dimensioni: ospita capolavori di Tiziano, Matisse, Picasso, Rembrandt e altri. E per quando si sarà stanchi di camminare di sala in sala, l’ideale è rilassarsi passeggiando per i Giardini Reali del Castello di Rosenborg. Si tratta del parco più antico e visitato del centro della capitale, sede di mostre temporanee e concerti estivi. In alternativa c’è il Giardino Botanico, a ingresso gratuito.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 28-05-2016


Cos’è l’olio di perilla?

Idee per un weekend a Reykjavik