Una rivoluzione e una svolta sostenibile nel mondo della pelletteria che parte da Hermés, con la sua borsa Victoria realizzata con pelle derivata dai funghi.

Se sono i brand di alta moda a dare il buon esempio, spingendo una rivoluzione silenziosa verso una produzione sostenibile, allora vuol dire che qualcosa nel fashion system sta cambiando. Oltre ad Hogan, che ha lanciato la sua collezione sostenibile per il prossimo inverno, anche Hermès pensa ad una borsa in pieno rispetto della natura.

Si tratterebbe infatti del primo marchio di lusso che punta su una bag, revisione di un suo modello iconico, che scommette su materiali di pelletteria alternativi per confezionare un prodotto pregiato e sostenibile.

Hermés: la borsa fatta con pelle estratta dai funghi

La svolta in atto di Hermés non è solo strettamente legata al settore moda, ma è un contributo anche culturale. Certamente non molti di noi sapevano che dalla lavorazione dei miceli dei funghi si potesse ottenere una pelle vegetale per realizzare una borsa, e che potesse trattarsi di una materiale dalle forti potenzialità commerciali.

Ed è una borsa di lusso Hermès che per la prima volta vedrà accostato anche l’attributo sostenibile. Un’affermazione che può cambiare radicalmente la concezione stessa del prodotto di lusso, che diventa tale non solo per il pregio della maison, ma anche per una lavorazione che adesso è ancora più pregiata perché rispettosa dell’ambiente.

La Victoria Bag di Hermès in versione sostenibile

Il modello che Hermès prende in riferimento per attuare questa piccola rivoluzione è la Victoria Bag, modello nato nel 1997 e dal costo di circa 5mila euro.

La bag è realizzata per la prima volta con un pellame vegetale detto Sylvania, creato grazie ad un particolare trattamento dei miceli, ottenuto grazie all’azienda MycoWorks, una giovane azienda californiana che si sta specializzando in questa particolare tecnologia di lavorazione di materiale vegetale.

Ci sono infatti voluti tre anni per realizzare questo nuovo materiale e sancire la collaborazione con Hermés. In seguito il pellame Sylvania, è tinto e rifinito in Francia dai conciatori Hermés, che ne aumentano la resistenza e la durevolezza, per poi affidarla ai maestri artigiani della maison.


Plaid mania: quando quello da casa diventa un outfit da indossare

Grammy 2021 in glam: i look più belli dei protagonisti