Gwyneth Paltrow consiglia il bagno di vapore vaginale

Gwyneth Paltrow ama da sempre dare consigli di benessere sul suo blog: questa volta come trattamento benefico ha parlato del bagno di vapore per la vagina

chiudi

Caricamento Player...

Gwyneth Paltrow sembra saperne sempre di più sul benessere e sulla salute: qualche giorno fa sul suo blog ha consigliato a tutte le donne che la seguono, il bagno di vapore. Questa pratica avrebbe degli effetti benefici sulla vagina, in quanto purificherebbe l’utero e bilancerebbe il livello ormonale, migliorando la digestione. Questo trattamento viene generalmente praticato al Mugworth V-Steam di Santa Monica: per farlo basta sedersi su un piccolo trono che, con infrarossi e vapore di artemisia, riesce a far raggiungere dei risultati incredibilmente salutari. Bisognerà provarlo?

Il bagno di vapore di Gwyneth Paltrow

Il dottor David Finke, considerato il ”ginecologo delle dive”, ha confermato l’efficacia del bagno di vapore per la vagina: questo trattamento sarebbe in grado di incrementare la circolazione sanguigna, ma dovrà durare almeno 30 minuti.

Secondo quanto afferma il dottore però, il bagno non influirebbe affatto sugli ormoni femminili. A differenza di Finke, secondo quanto riporta Fanpage, ci sono stati anche molti medici che non hanno apprezzato il consiglio dell’attrice e l’hanno invitata a dedicarsi di più al suo lavoro piuttosto che dispensare consigli non propri alla sua formazione: i medici affermerebbero infatti, che il bagno di vapore potrebbe addirittura alterare la flora vaginale.

Non sono davvero mancate le critiche all’attrice: in particolare, l’ostetrica Jen Gunter che ha dichiarato: ”L’infuso di erbe non è una soluzione migliorativa anzi potrebbe alterare la flora vaginale, non bilanciare gli ormoni, né regola il ciclo mestruale, né combatte la depressione o cura l’infertilità. Inoltre, il vapore non arriva nell’utero a meno che non si usi un particolare attrezzo dotato di un certo tipo di pressione”.

Come possiamo notare esistono pareri molto discordanti: varrà la pena provare il consiglio di Gwyneth Paltrow?