Acqua alta a Venezia: uno scenario drammatico che mette in ginocchio anche il Gritti Palace, l’hotel per il quale si pagano fino a 10.000 € per una notte di pernottamento.

L’alta marea e la pioggia torrenziale non hanno risparmiato nemmeno il Gritti Hotel Palace, uno degli hotel più lussuosi al mondo. La gravità della situazione è testimoniata da molti video che mostrano la hall di questo imponente albergo minacciata dall’acqua che irrompe dalle porte d’accesso.

L’emergenza acqua alta che ha colpito Venezia nel novembre 2019 ha lasciato senza parole gli italiani: tutto è stato sommerso dall’acqua, che non accenna ad arrestarsi. Molti sono stati i vip che si sono stretti attorno al dolore di Venezia sperando che si riesca a risolvere al più presto questa drammatica situazione. Ma cos’è successo al Gritti Palace?

Il Gritti Palace Hotel e l’allagamento

Il Gritti Palace Hotel si è trasformato in uno dei simboli cardine dell’emergenza che ha colpito Venezia, il suo direttore generale, Paolo Lorenzoni, ha dichiarato alla stampa: “Questo palazzo è uno dei simboli di Venezia, se ripartiamo noi riparte la città. E noi siamo pronti a ripartire“. Affermazione del tutto fondata se si pensa che una camera standard di questo hotel parte da 500 €, mentre le sue suite arrivano anche a 10.000 € a notte!

I danni riportati dall’hotel, fortunatamente, sono molto contenuti. I saloni del piano terra sono stati sommersi; i tappeti, i divani e le poltroncine sono completamente bagnati, ma questo palazzo sembra resistere ed essere più forte della potenza dell’acqua.

Com’è il Gritti Palace Hotel

La storia del Gritti Palce risale al 1525: il Doge Andrea Gritti, a quel tempo, commissionò la sua costruzione. Fu residenza di diversi ambasciatori del Vaticano poi divenne dimora di molte famiglie nobili veneziane. Venne adibito ad hotel solo nel XIX secolo e da lì cominciò la sua leggenda.

Nel suo immenso splendore, l’hotel si affaccia su uno dei luoghi più conosciuti al mondo: il Canal Grande di Venezia. All’interno le sue stanze sono decorate con ricche stoffe veneziane e mobili molto antichi.

Anche Ernest Hemingway, a suo tempo, fu ospite del lussuoso hotel così, in suo onore, oggi si può pernottare proprio nella stanza in cui era solito soggiornare il famoso scrittore americano. Così come per Hemingway, molte altre sono le suite intitolate ad altri illustri personaggi che hanno dormito tra le candide lenzuola del Gritti Palace .

I prezzi del Gritti Palace

Marmi pregiati di Carrara, imponenti librerie contenenti libri di inestimabile valore, oggetti fatti in vetro di Murano decorano le stanze di questo hotel, donandogli un lusso d’altri tempi.

La suite più importante di tutte, però, è la Suite Redentore. Una notte in questa stanza pare che costi addirittura 12.000 €, una cifra da capogiro, ma la stanza ha il suo arguto fascino.

76 metri quadrati è disposta su due livelli, ha una terrazza panoramica privata, affacciata sul Canal Grande, raggiungibile con in ascensore – anche questo privato ovviamente – e una piscina, il tutto accompagnato dalla magistrale vista che arriva fino alle Dolomiti. È ideale per chi ama la propria privacy e rilassarsi nel lusso.

7 minuti al giorno per un corpo da favola!

TAG:
Gritti Palace Hotel Venezia

ultimo aggiornamento: 15-11-2019


Fuga dal Natale per Harry e Meghan: protocollo infranto per l’ennesima volta

Taylor Mega è una furia: “Niente di porco…”