L’attore e cantante bolognese Gianni Dei è scomparso. Mara Venier, a lui molto legata, ha espresso il suo cordoglio via social.

Si è spento a 79 anni il cantante e attore bolognese Gianni Dei, protagonista di numerosi b-movie e commedie all’Italiana. In tanti hanno espresso il loro cordoglio per la scomparsa dell’attore via social, e tra gli amici la prima a dare la triste notizia è stata Mara Venier, che nel suo post d’addio ha scritto:

“Gianni mio come farò senza di te… sei stato tutto per me, amico, fratello, complice… come farò dopo 35 anni di fratellanza… come farò? Il mio cuore è spezzato. Riposa in pace amore mio.”

Mara Venier in lutto: Gianni Dei è morto

La scomparsa di Gianni Dei è stata annunciata con estremo dolore dall’amica Mara Venier, legata all’attore da un rapporto profondo e duraturo. Dei era nato a Bologna il 21 dicembre 1940 e aveva iniziato la carriera d’attore giovanissimo trasferendosi a Roma. Oltre a numerose commedie e b-movie (oltre 40) negli anni 2000 è apparso in alcuni documentari dedicati al cinema italiano.

Mara Venier
Mara Venier

Alla carriera d’attore Gianni Dei (conosciuto anche con gli pseudonimi Gianni Dei Carpanelli, Nino Dei e John Day) aveva affiancato anche quella di cantante, apparendo in qualche trasmissioni tv e incidendo cinque 33 giri.

Il cordoglio social di amici e colleghi

Al dolore della Venier si sono uniti molti amici e colleghi di Gianni Dei. Tra loro anche Eva Grimaldi, Giacomo Urtis, Francesca Manzini, Nunzia De Girolamo e Rita Dalla Chiesa, che ha commentato il post della Venier scrivendo: “Oddio, non ci credo. Un galantuomo. Un sorriso e un abbraccio per te, che ne hai sempre avuti tanti per tutti.”

Nell’ultima puntata di Domenica In prima della scomparsa dell’attore Mara Venier gli aveva voluto rivolgere un augurio di pronta guarigione in diretta tv. Purtroppo Dei è scomparso poche ore dopo.

Scopri quello che c'è da sapere sul dimagrimento... potresti rimanere sorpresa.


Ashley Graham senza veli infiamma i social: lo scatto bollente

Selvaggia Lucarelli contro Barbara D’Urso: “Danno culturale incalcolabile”