Gianna Nannini è finita al centro di una brutta polemica a causa del video di “L’aria sta finendo”: le critiche e la replica della cantante.

L’aria sta finendo è il titolo dell’ultima canzone di Gianna Nannini, contenuta all’interno dell’album di inediti La differenza. Un brano che parla di amore e che, allo stesso tempo, punta il dito contro la nostra società. Il video clip, in animazione rotoscopica, ha generato una brutta polemica, tanto che il deputato della Lega Gianni Tonelli chiede di “ritirare” il filmato.

Il motivo è presto detto. Nel filmato appare il terribile pestaggio di George Floyd per mano delle forze dell’ordine americane; queste ultime sono rappresentate con il volto di maiali. La replica della Nannini alle critiche non si è fatta attendere: “Non voglio offendere la Polizia“.

Gianna Nannini: polemiche per il video di L’aria sta finendo

Il video de L’aria sta finendo è forte, ti piazza davanti agli occhi il mondo di oggi. Un disegno che non è per nulla positivo, ma che, nonostante tutto, infonde speranza. Un grido d’aiuto, una sorta di sveglia, come a dire: “Ehi tu, ti rendi conto che stai distruggendo il pianeta?”. Allo stesso tempo, però, è una dedica d’amore. Gianna Nannini, rappresentata come se fosse un cartoon, ci accompagna nella visione del filmato e ci invita: “Dammi la mano”. Eppure, le polemiche sono esplose in un lampo.

A pochi secondi dall’inizio del video troviamo una ricostruzione del pestaggio di George Floyd da parte delle forze dell’ordine americane. Queste ultime sono rappresentate con il corpo umano e il volto di maiali. E’ bastato questo a scatenare la bufera.

Gli uffici stampa della Polizia di Stato hanno subito sollevato un coro di protesta, al quale ha fatto eco l’appello del deputato della Lega e segretario generale del sindacato autonomo di Polizia Gianni Tonelli.

“Comprendo tutto, la libertà di opinione, l’intenzione di esprimere concetti e idee attraverso provocazioni, ma questo video è una offesa totale. Credo che la Nannini si sia fatta prendere la mano. (…) La invito a riflettere, e magari a ritirare il video”, ha dichiarato Tonelli.

Ecco la ‘denuncia‘ del deputato della Lega:

La replica di Gianna Nannini

La cantante, dopo essere stata investita dalle polemiche, ha deciso di rompere il silenzio e replicare alle accuse. Attraverso una Instagram Stories, Gianna ha fatto sapere che non voleva offendere nessuno, anzi.

“Non posso credere che una canzone d’amore come L’aria sta finendo scateni tutto questo odio. La musica ha i suoi messaggi e così i video che li rappresentano. L’Arte è uno stato indipendente. Nessuno di noi, e me per prima sia chiaro, vuole offendere la Polizia e chi rischia ogni giorno la propria vita, ma nemmeno vogliamo che un altro essere umano abusi del proprio potere”, ha dichiarato la cantante.

La sua replica spiegando che un pestaggio come quello di George Floyd non deve più accadere. Le forze dell’ordine sono rappresentate con le sembianze di maiali “per evidenziare forme di potere degenerate e non umane”. Speriamo che il messaggio di Gianna Nannini sia arrivato forte e chiaro.

Ecco il video de L’aria sta finendo:


Jo Squillo, bufera per una vacanza alle Maldive: “Lavoro, rivendico il diritto di poterlo fare”

Lapo Elkann, gaffe in diretta tv: imbarazzo per Mara Venier