Il gatto del Bengala è un animale molto particolare. Scopriamo tutto quel che c’è da sapere sul suo conto e cosa lo rende così speciale.

Il gatto del Bengala, noto anche come gatto leopardo è un felino molto apprezzato per il suo aspetto elegante. Piuttosto recente, visto che la sua razza è stata riconosciuta solo nel 1991, è il frutto di un incrocio tra gatti domestici e selvatici dai quali sembra aver preso il meglio.
Di bell’aspetto e con un mantello folto, il gatto bengalese si fa notare non solo per suo fascino ma anche per il carattere molto particolare.

Le caratteristiche fisiche del gatto Bengala

Questa particolare razza è piuttosto robusta e forte. Sia caratterialmente che fisicamente. Molto agile, è solito saltare anche in alto e si rivela un ottimo cacciatore.

Scopri i luoghi dei più famosi delitti italiani

gatto del bengala
gatto del bengala

Fisicamente ha una coda tozza con punta nera arrotondata e i suoi arti posteriori appaiono un po’ più lunghi rispetto a quelli anteriori. Le sue orecchie sono piccole e ha grandi occhi quasi a mandorla che possono essere di vari colori.

Lo stesso si può dire del suo mantello che si mostra a chiazze, con striature, a bottone, etc…
Quanto ai colori si va invece dal bronzo al mogano passando per colori più chiari come il beige o il color oro.

Gatto del Bengala: il carattere che lo contraddistingue

Caratterialmente, il gatto bengalese, noto tra le altre cose anche come gatto maculato, si rivela particolarmente selvatico, portando con se aspetti originari della parte più libera della sua razza.
Spesso nervoso, sembra non temere l’acqua e quando vuole si rivela anche dolce e affettuoso.
Curioso e attivo, vive particolarmente bene a contatto con gli altri, sia che si tratti di umani che di altri animali.
Vive tranquillamente in appartamento dove necessita però dei suoi spazi, amando muoversi in modo piuttosto dinamico.

Nonostante il suo carattere apparentemente indipendente, il gatto bengalese tende a soffrire di solitudine. Ed ama stare così in compagnia da poter accettare persino l’idea di andare a passeggio insieme. Altra particolarità che lo distingue dagli altri gatti e per la quale è bene non lasciarlo da solo troppo a lungo.
Questa razza, in genere tende a pesare dai 6 ai 9 kg mentre la vita media è di 15 anni.
Infine, andando ai costi, per il gatto del bengala, il prezzo medio si mantiene piuttosto alto, arrivando anche a superare i 2000 euro.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 01-10-2021


L’incredibile storia della gatta allevata da un cane

La storia di Raven, il pitbull che dorme abbracciato ad un peluche in canile