Il gatto balinese è considerato una sorta di cugino del più noto gatto siamese. Scopriamo quali sono le caratteristiche che lo rendono speciale.

Il balinese è un felino dal temperamento docile e che si dimostra in grado di farsi amare.
Molto simile al gatto siamese ha un fisico più magro ed un portamento più regale. Inoltre non tende ad ingrassare e si mantiene quasi sempre agile e scattante.
Di taglia medio piccola, si rivela perfetto alla vita in appartamento che lui stesso dimostra di amare in modo particolare.

Gatto balinese: carattere e altre particolarità

Quando si parla di gatto balinese le similitudini con il siamese sono d’obbligo. Anche dal punto di vista del carattere ci sono diversi punti in comune.

gatto balinese
gatto balinese

Affettuoso e coccolone, mantiene sempre una certa dose di indipendenza che lo porta a desiderare i suoi spazi.
Al contempo si rivela però molto attaccato ai membri della famiglia. Motivo per cui può dimostrarsi estremamente geloso, sopratutto se in presenza di altri animali.
Espressivo come pochi, sa farsi capire semplicemente miagolando, cosa che fa spesso e con tonalità diverse a seconda di ciò che intende comunicare.
In grado di andare d’accordo con i bambini, necessita di spazio per muoversi e di aree nelle quali rintanarsi quando desidera stare da solo. Si tratta infatti di una razza che non soffre particolarmente la solitudine, purché questa sia ridotta a qualche ora.

Come sempre, prima di decidere di prendere un gatto con se è molto importante accertarsi di avere diverso tempo a disposizione per occuparsene e per provvedere ai suoi bisogni.

Quanto costa acquistare e mantenere gatti balinesi

Per la razza balinese, il prezzo si aggira intorno ai 1000 euro. Costo che può variare in base al tipo di allevamento alla linea di sangue.
In genere il mantenimento non costa molto. Si tratta infatti di una razza tendenzialmente forte e che mangia in modo normale.

Ovviamente vanno sempre tenute in considerazione le spese per il cibo, i giochi e per le visite dal veterinario. Quanto al mantello, questo può essere curato anche a casa purché lo si spazzoli quasi ogni giorno e lo si aiuti a mantenersi sempre pulito e con un pelo privo di nodi.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 24-04-2022


Gatto anallergico: cosa significa e quali sono le razze più note

Donatella Versace: il cane si chiama come l’indimenticabile Hepburn