Tra i felini, ci sono delle razze di gatti giganti. Detti così per le loro misure davvero extra. Scopriamo insieme quali sono le più note.

Tra le tante razze di gatti, ce ne sono alcune note per le misure extra. Si tratta di gatti enormi e che in quanto tali non passano inosservati. Ciò nonostante anche un gatto gigante può rientrare tra gli animali domestici in quanto, molto spesso, l’unica differenza dai suoi simili sta appunto nella stazza.
Scopriamo quindi quali sono le razze di gatti giganti più famose.

Gatti giganti: quali sono e come riconoscerli

Quando si parla di razza di gatti giganti, ce ne sono alcune che non si possono proprio non menzionare in quanto nel tempo sono divenute particolarmente famose.

Tra queste ci sono il gatto norvegese re delle foreste che ha grandi orecchie e enormi occhi a mandorla. Sebbene si tratti di un gatto enorme, è anche molto elegante nei movimenti. Motivo per cui è particolarmente apprezzato. Inoltre sembra amare la compagnia degli umani, rivelandosi un perfetto gatto domestico.

gatto gigante
gatto gigante

C’è poi il Ragdoll che pur essendo di grande stazza si rivela affettuosissimo con tutti. Basti pensare che il suo nome deriva dal fatto che ama farsi abbracciare e che quando ciò avviene se ne sta immobile come fosse una bambola di pezza.
Il Maine Coon è un altro gattone che va assolutamente menzionato. Ha infatti la particolarità di amare l’acqua e di andare particolarmente d’accordo con i bambini. Motivo per cui si rivela adatto alla vita in famiglia.

Anche il gatto siberiano è famoso per la sua stazza e tra le altre cose anche per essere uno dei pochi (se non l’unico) a emettere pochissime quantità della proteina che provoca la famosa allergia al pelo del gatto.
C’è poi l’antico British Short Hair che alla sua taglia extra unisce una storia molto antica. Di carattere dolce tende ad affezionarsi alla famiglia.

Come prendersi cura dei gatti giganti

Molti tendono a nutrire delle preoccupazioni circa l’ingresso di un gatto gigante in famiglia. In realtà, prendersene cura non comporta nulla di diverso rispetto ad un felino di dimensioni più piccole. L’unica accortezza può forse essere quella di considerare in modo diverso gli spazi, offrendo al micio la possibilità di muoversi agevolmente senza rischiare di urtare ogni volta qualcosa.

Detto ciò, ogni razza va considerata per le sue caratteristiche e pertanto, come sempre, basta prendersene cura pensando alle sue esigenze.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 04-12-2021


Cani con orecchie lunghe: dal Basset Hound al Cocker Spaniel

Cuccioli abbandonati passano il Ringraziamento con degli agenti speciali