Come si manifesta la gastroenterite nel cane? Vediamo le cause e scopriamo se ci sono rimedi naturali in grado di aiutare Fido.

La gastroenterite nel cane è un’irritazione dello stomaco che ha sintomi ben precisi e facilmente riconoscibili. Generalmente, infatti, provoca vomito e diarrea. Scopriamo quali sono le cause e se ci sono rimedi naturali in grado di risollevare l’umore di Fido.

Gastroenterite cani: cause e sintomi

La gastroenterite canina è un’infiammazione della membrana interna dell’intestino che, solitamente, si manifesta con vomito e diarrea con feci molto liquide, di colore giallo-grigio, con sangue. Fido, inoltre, può apparire molto abbattuto, disidratato e presentare febbre alta. In casi gravi, può tendere all’anoressia, sviluppare sintomi neurologici o miocardite acuta e arrivare alla morte. L’irritazione della mucosa può essere acuta, persistente oppure cronica. Per quel che riguarda le cause, queste possono essere diverse: disturbi metabolici, indiscrezione alimentare (ingerimento di cose inappropriate, come immondizia o feci di altri animali), malattie infiammatorie intestinali, parassiti, batteri, virus o allergie che possono causare vomito e diarrea.

Scopri i luoghi dei più famosi delitti italiani

vomito di cane

Una delle prime cause di questa malattia è da rintracciare negli alimenti che il padrone allunga dalla propria tavola. Il cibo condito, infatti, può fare malissimo agli animali a quattro zampe. Non a caso, tra i sintomi della gastroenterite nel cane c’è anche l’ostruzione del tratto digestivo, causa di infiammazioni dello stomaco e dell’intestino. Pertanto, è opportuno che Fido segua una dieta corretta e sana.

Gastroenterite cane: cura e rimedi

Quando si ha a che fare con la gastroenterite cani, i rimedi sono ovvi: visita dal veterinario e niente cibo spazzatura. Sarà il medico, infatti, dopo aver eseguito una serie di esami, a stabilire la giusta terapia. In base ai sintomi che Fido presenta, prescriverà antibiotici, antiemetici o fluidoterapia. Inoltre, per le prime 18/24 ore è consigliato sospendere l’alimentazione e controllare che Fido non continui a vomitare o ad avere diarrea. Dopo di che, si somministreranno cibi leggeri e facilmente digeribili, sempre suggeriti dal veterinario, e in piccole dosi. E’ preferibile, infatti, che il cane mangi porzioni mini, ma più volte al giorno. Generalmente, l’animale si rimette in fretta, nel giro di pochi giorni, e il peggio è scongiurato.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 28-09-2021


Addio a Luigi, il cane postino diventato famoso durante il lockdown

Gatti da appartamento: le razze più docili e affettuose