Fimo: i mille usi e dove trovarlo

I luoghi adatti per le tue creazioni

chiudi

Caricamento Player...

Tra i mille hobby che possono appassionare c’è quello delle creazioni in fimo. Ci si può realizzare di tutto: da braccialetti colorati, ai ciondoli, a oggettini da regalare, o, perchè no, c’è anche chi fa realizzare originalissime e personalissime bomboniere!
Il fai da te è sempre di moda. Oltre a dare modo di dare spazio alla fantasia, la creazione manuale ha anche il vantaggio di far risparmiare qualche soldino. Allora che aspetti? Basta attrezzarsi con un paio di strumenti, tanta fantasia e il gioco è fatto. Ma per cominciare occorre la materia prima…il fimo!

I mille usi

Il fimo è una pasta modellabile molto simile alla cerapongo. A differenza di questa, il fimo dopo può essere stato modellato può essere messo in forno per la cottura. In questo modo la creazione diventerà più resistente.

Il fimo si vende in panetti. É possibile trovare panetti bianchi o di tutti i colori. Quelli bianchi in genere sono più grandi dei colorati, che in proporzione costano un po’ di più.

I formati classici sono da 56 o da 350 grammi. I modelli in commercio sono variegati. Si va dal bianco, ai colori sgarcianti a quelli più neutri, alla pasta brillantinata! Insomma per le vostre creazioni ce n’è di tutti i gusti. Il prezzo di ogni panetto si aggira intorno ai 2-3 Euro (dipende anche dalla varietà di fimo acquistato).

Dove trovare il fimo?

Il fimo si trova facilmente nei negozi di hobbistica e di fai da te. Facile trovarlo nei negozi di bricolage e di oggettistica legati al design. Si possono trovare anche nei negozi o nei comparti dei centri commerciali dedicati all’arte e alla creazione manuale ed è possibile chiedere nelle grandi cartolerie. In caso di difficoltà nel reperimento, un’alternativa da valutare è acquistarli online.

Oltre al materiale, per lavorarlo basta avere qualche paletta e qualche strumento appuntito.

Adesso, è tutto pronto? Non resta che rimboccarsi le maniche…e affidarti alla fantasia. Buon divertimento!

Fonte foto copertina: wikimedia.org