Età consigliata per il trail running

Età consigliata per il trail running: dai più giovani agli adulti, uno sport per chi ama le sfide.

chiudi

Caricamento Player...

Il trail running è uno sport nato sul modello della corsa, alla quale, però vanno aggiunte molteplici difficoltà, in quanto si tratta di un’attività che si svolge all’aperto e in pieno contatto con la natura. Tra le avventure nei sentieri, il trail runner dovrà avere a che fare con le avversità climatiche e dovrà sfidare se stesso in tutto e per tutto. Alla base di un bravo trail runner vi è in primo luogo la preparazione atletica oltre che quella psicologica, ma qual è l’età consigliata per il trail running?

Esiste un’età consigliata per il trail running? Ecco chi può di diventare un trail runner.

Per intraprendere lo sport di trail running bisogna prima di tutto essere in buona salute e non avere problemi di cuore e resistenza. Essendo basato sulla corsa, questa disciplina porta il battito cardiaco ad una velocità accelerata e a dei ritmi a volte stressanti. Inoltre, si aggiungo ulteriori difficoltà date dal luogo dove si decide di praticare trail running. Se ad esempio si scelgono dei sentieri di montagna si incontreranno indubbiamente delle rocce, pavimenti scoscesi o terreno bagnato e scivoloso. Bisogna quindi tenere in considerazione il rischio di cadere, scivolare e rotolarsi per terra. Si tratta di piccoli “incidenti” che se si ha un corpo fragile o problemi di articolazioni o muscolari, possono portare a seri danni. In questi casi è fondamentale avere delle buone gambe che vi sorreggano e un’ottima presa sul terreno. In generale non si può dire che esista un’età consigliata per il trail running o sconsigliata, quanto, piuttosto, una condizione fisica adeguata. Tendenzialmente chi decide di praticare questo sport ha un’età giovane, in media dai 20 ai 50 anni, ma ci sono anche molti partecipanti di età superiore.

 

Fonte immagine copertina: Pixabay