Errori da non fare con gli avanzi delle feste

Conservare scorrettamente e dimenticare sono gli errori principali

chiudi

Caricamento Player...

Errori da non fare con gli avanzi delle feste: non controllare la data di scadenza, conservare scorrettamente i cibi cotti sono tra i più gravi.

Controllare anche le scadenze degli alimenti che si conservano a lungo

Pandoro e panettone industriali sono tra i dolci più sprecati durante e dopo le feste. Per quanto abbiano una data di scadenza piuttosto lunga infatti, spesso tendiamo a dimenticarli completamente e, quindi, a non consumarli in tempo.
Soprattutto se sono ormai stati aperti è bene chiudere accuratamente la busta interna alla confezione e, comunque, consumare il dolce il più velocemente possibile.

Il modo migliore per utilizzare pandoro e panettoni è adoperarli come ingredienti per creare dolci e guarnire sorprendenti piatti salati.
Un errore potenzialmente pericoloso è decidere di congelare pietanze cotte durante le feste. Non che sia errata l’idea, ma molto spesso si attua in maniera impropria: innanzitutto non si devono mai far raffreddare a temperatura ambiente le pietanze che si intende congelare. Andranno piuttosto chiuse in un contenitore ermetico e raffreddate rapidamente in acqua o ghiaccio prima di metterle nel congelatore, in maniera da evitare la contaminazione da parte dei batteri presenti nell’aria.

Errori da non fare con gli avanzi delle feste: frutta secca

La frutta secca è tra quelle pietanze che si conservano davvero molto a lungo, tuttavia è naturale che con l’andar del tempo tenda a perdere fragranza. E’ il caso soprattutto della frutta secca in guscio, che tende ad assumere una consistenza gommosa e un sapore amaro. La frutta fresca disidratata invece con il tempo diventa durissima.
Anche in questo caso il modo migliore per smaltire questi alimenti è impiegarli in qualche preparazione dolciaria o in un piatto salato, come arrosti e risotti che acquisteranno un tono tutto esotico.