L’eritema solare può essere un problema fastidioso per chiunque: ecco quando succede, i sintomi e quali sono i rimedi più efficaci per curarlo.

Quando si va al mare, o in montagna, soprattutto d’estate si entra in contatto con i famigerati raggi UV, che possono portare diversi fastidi alla pelle se non adeguatamente protetta. Bruciature e scottature, soprattutto per chi ha una pelle chiara possono essere molto problematiche. Ma è l’eritema solare, causato da una eccessiva esposizione al sole a dare i maggiori grattacapi, proprio perché comprende sia le scottature solari sia, in casi più gravi, delle vere e propri ustioni. Ecco come fare a riconoscerlo, le cause, come rimediare e come prevenirlo.

Eritema solare, scottature e dermatite: le differenze

Come già accennato, l’eritema solare si verifica dopo una prolungata ed eccessiva esposizione al sole e ai raggi UV. Esso si manifesta come una scottatura, nei casi più lievi, e come un’ustione di primo grado se è più grave. Qual è quindi la differenza tra eritema e scottatura? La seconda è compresa nella prima, in quanto la scottatura è un eritema solare, ma quest’ultimo può essere anche un’ustione. Invece la dermatite solare? Questo è un problema che può anch’esso verificarsi con la sovraespozione al sole, ma è più legato a un’allergia al sole tipica di persone che hanno un fototipo di pelle molto delicata (per chi ha una carnagione chiara e certe caratteristiche specifiche). Stessa cosa vale per l’orticaria solare, legata sempre ad allergie della pelle al sole.

segno scottatura
segno scottatura

Eritema solare: i sintomi

L’eritema solare si presenta quando si prende troppo sole, e i sintomi più frequenti sono: arrossamento, bruciore, secchezza, gonfiore, estrema sensibilità nel toccare la pelle e prurito. Essi si possono manifestare dopo poche ore dall’esposizione ai raggi UV fino anche alle 24 ore successive. Nella quasi totalità dei casi le pelle si presenta arrossata, su un colore tendente al violaceo, calda e molto sensibile al tatto. Quando la si tocca si prova dolore immediato e fastidio.

In casi più gravi, e anche se ci si espone nuovamente al sole quando già è presente una scottatura, si può incorrere nella formazione di macchie cutanee, di secchezza e raggrinzimento precoce della pelle (ovvero il foto-invecchiamento), alla formazione di bolle e vescicole (in caso di ustione di primo grado) e anche si può essere soggetti più facilmente ai tumori della pelle. L’eritema che sfocia in ustione può avere sintomi quali febbre, mal di testa, brividi e debolezza generalizzata, anche nei bambini.

Le cause dell’eritema solare

Le cause che portano all’eritema solare sono, come già detto, la sovraesposizione ai raggi ultravioletti. Esso provoca un aumento di afflusso di sangue sulle zone del corpo interessate, provocando anche il rilascio di mediatori dell’infiammazione, come l’istamina e le citochine.

Esso può verificarsi all’inizio dell’esposizione al sole, quando la pelle non ha ancora prodotto una quantità sufficiente di pigmenti sul corpo (quando non si è ancora molto abbronzati), o se non si usa una protezione solare adeguata alla propria pelle (come le creme solari per intenderci).

scottatura solare
scottatura solare

Rimedi, come prevenirlo e cura dell’eritema solare

Come curare l’eritema solare? Il prurito, l’arrossamento e il bruciore sono le reazioni più normali quando si verifica, quindi per rimediare, nei casi più lievi, si possono adottare certi accorgimenti per stare meglio (in casi più seri è sempre bene rivolgersi a un medico).

-Bere molta acqua.
-Usare della crema idratante sulla pelle o doposole.
-Applicare impacchi e pomate specifiche.
-Usare una borsa del ghiaccio sulla bruciatura per avere sollievo immediato, ma anche l’acqua corrente può essere una soluzione.
-Mangiare alimenti ricchi di vitamina E e betacarotene.

Per la prevenzione dell’eritema solare, sul viso e sulle altre parti del corpo esposte, l’arma migliore è sicuramente al crema solare. Inoltre, per gli occhi gli occhiali da sole possono essere molto utili. Infine anche degli indumenti anti-UV possono aiutare la prevenzione.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 24-04-2021


Cosa scatena il singhiozzo dopo mangiato? Ecco a cosa prestare attenzione

L’ansia da Zoom dilaga, ecco cosa ci spaventa