Una patologia tra le più frequenti tra le donne è l’endometriosi, i cui sintomi possono arrivare a compromettere la qualità della vita.

L’endometriosi e i suoi sintomi affliggono ogni giorno milioni di donne, pur trattandosi di una patologia benigna l’intensità dei sintomi può compromettere la qualità della vita. L’endometriosi colpisce dal 10 al 15% delle donne in età fertile, come evidenziano i dati raccolti dal Ministero della Salute. Ad oggi la patologia è stata diagnosticata il almeno 3 milioni di donne e si evidenzia soprattutto nella fascia di età compresa tra i 25 e i 35 anni. Ciononostante la patologia può presentarsi anche in donne più giovani.

Sintomi dell’endometriosi

Nelle donne che soffrono di endometriosi possono comparire svariati sintomi, che però non sono collegati solo a questa patologia nello specifico. Questo è il motivo principale per cui la diagnosi dell’endometriosi non è sempre facile e richiede visite ed esami approfonditi.

Dolore alla pancia
Dolore alla pancia

Tra i segnali tipici figura la dismenorrea, vale a dire avere il ciclo mestruale doloroso, spesso chi soffre di endometriosi accusa anche dolore durante i rapporti e manifesta perdite di sangue tra un ciclo e il successivo. Ci sono casi in cui invece la malattia si presenta senza sintomi ed è perciò individuata durante esami di routine o in seguito al manifestarsi di problemi legati alla fertilità.

Endometriosi: sintomi e conseguenze

In molti casi i sintomi dell’endometriosi possono incidere negativamente nello svolgimento delle attività quotidiane, e talvolta anche nei rapporti sociali e di coppia. Oltre al dolore mestruale, in alcuni casi la patologia è associata a rapporti sessuali dolorosi che possono compromettere i rapporti di coppia. In alcune circostanze le donne che ne soffrono accusano anche dolori cronici, è per questo che si è deciso di inserire la patologia nella lista delle malattie croniche e invalidanti.

Test di gravidanza
Test di gravidanza

Per ridurre le conseguenze di questa patologia è importante non sottovalutare i sintomi già in età giovanile. Accusare dolori mestruali durante il ciclo o avere rapporti dolorosi sono sintomi collegati a questa patologia ed è importante comunicare al medico questi sintomi. Tanto più visto che le conseguenze dell’endometriosi non sono da sottovalutare, nel 30 – 40 % dei casi, infatti la patologia può ridurre le possibilità di restare incinte o essere proprio causa a tutti gli effetti di infertilità.


La cisti ovarica è sempre un problema?

Cosa succede nel quarto mese di gravidanza?