Emmy Awards 2016: le attrici in gara

I volti femminili più noti e acclamati della televisione americana

chiudi

Caricamento Player...

Emmy Awards 2016: le attrici in gara ogni anno sono suddivise nelle tre categorie che comprendono le serie televisive drammatiche, le serie televisive non drammatiche e le miniserie.

Emmy Awards 2016: le attrici in gara per il ruolo di miglior attrice protagonista

Le candidate al ruolo di miglior attrice protagonista in una serie drammatica sono: Claire Danes (Homeland), Viola Davis (How to Get Away with Murder), Taraji P. Henson (Empire), Tatiana Maslany (Orphan Black), Keri Russell (The Americans),
Robin Wright (House of Cards).

Degna di nota è la candidatura di Viola Davis, che l’anno passato per lo stesso ruolo fu prima attrice afroamericana a vincere questo prestigioso premio dalla giuria dell’Emmy.
Le candidate al ruolo di miglior attrice protagonista in una serie non dramatica sono:
Ellie Kemper (Unbreakable Kimmy Schmidt), Julia Louis-Dreyfus (Veep), Laurie Metcalf (Getting On), Traces Ellis Ross (Black-ish), Amy Schumer (Inside Amy Schumer), Lily Tomlin  (Grace and Frankie).
La serie Inside Amy Shumer, co ideata e sceneggiata dall’attrice che interpreta se stessa in qualità di protagonista ha vinto in passato diversi riconoscimenti, ma mai quello per cui è stato candidata quest’anno. In Italia la prima, la seconda e la terza stagione sono andate in onda quest’anno, anche se sono state prodotte in America a partire dal 2013. Data la natura di molti argomenti trattati (soprattutto il rapporto tra i sessi e il ruolo dei generi nella società odierna) in America è andata in onda una visione epurata dal turpiloquio, la stessa che è stata trasmessa in Italia.

Emmy Awards 2016: le attrici in gara per il ruolo di miglior attrice protagonista in una miniserie

Kirsten Dunst (Fargo), Felicity Huffman (American Crime), Audra McDonald (Lady Day at Emerson’s Bar & Grille), Sarah Paulson (The People vs. O.J. Simpson: American Crime Story), Lili Taylor (American Crime), Kerry Washington (Confirmation).

Fonte immagine di copertina: Twitter