Edoardo Stoppa: La carriera

Edoardo Stoppa: La carriera del compagno di Juliana Moreira

chiudi

Caricamento Player...

Edoardo Stoppa, attuale compagno della showgirl Juliana Moreira e padre di Lua Sophie e Sol Gabriel, adora i viaggi e lo sport, passioni che ha trasformato in occasioni di lavoro e che lo hanno portato al successo. Stoppa possiede un importante bagaglio di esperienze in varie discipline: snowboard, paracadutismo sportivo, arti marziali, equitazione, squash, subacquea, sci, wakeboard, surf e windsurf, free-climbing, roller-skating, street-hockey, beach-volley, calcio, tennis, motocross, mountain bike e nel 2004 ha aperto una scuola di paracadutismo a Reggio Emilia molto rinomata.

Edoardo Stoppa è un volto noto della televisione italiana, ecco i dettagli della sua carriera sul piccolo schermo.

Edoardo Stoppa: La carriera

La carriera di Edoardo Stoppa inizia con Match Music per poi continuare su La7 dove conduce vari programmi: Prima del processo, Zengi e Mango, Call game e National Geographic. Il suo successo continua poi ad All Music, dove realizza come coautore, ideatore e conduttore assieme a Christian Sonzogni i programmi di satira dedicati alla moda Modeland e alla musica “Music Zoo“. Approdato a Mediaset ha preso parte a molte puntate di Scherzi a parte e ha condotto Village.

Nel 2006 Edoardo Stoppa inizia a lavorare a SKY, dove conduce il format internazionale E!News accanto ad Ellen Hidding, e la trasmissione “SHOCK” su Sky Vivo. Già noto per i molti programmi condotti, diventa ancora più popolare al grande pubblico come inviato di Striscia la notizia nel 2008, dove si occupa di benessere animale. Nell’arco di vari anni, grazie alle sue inchieste e alla sua determinazione, risolve molti casi di maltrattamento su animali in Italia e all’estero. Nel 2011 la Mondadori ha pubblicato un suo libro, intitolato Per fortuna che ci sei, nel quale racconta del mondo animale sotto una chiave investigativa e allo stesso tempo passionale, “perché gli animali”, dice – “mi hanno cambiato la vita!”.

Fonte foto: Facebook