I benefici della nosce moscata

Una spezia benefica e pericolosa

chiudi

Caricamento Player...

I benefici della noce moscata sono a carico principalmente dell’apparato gastrointestinale per trattare nausea, vomito, aerofagia.

Cos’è la noce moscata

Questa spezia dal sapore così pungente è originaria delle isole Molucche (in Indonesia) e attualmente è prodotta in molte zone dal clima tropicale. Giunse in Europa nel Cinquecento, quando le Molucche furono raggiunte dal portoghese Antonio de Abreu, e da allora occupa un posto d’onore nella cucina occidentale.
Si ricava dalla noce di un albero sempreverde chiamato Myristica fragrans. In realtà dalla noce della Myristica Fragrans si ricava anche un’altra spezia chiamata macis e che deriva dalla lavorazione della guaina rossa fuoco che avvolge la noce.

Il nome comune dato a questa spezia indica l’aroma pungente che ricorda il profumo del muschio.

I benefici della noce moscata

Tradizionalmente la noce moscata è aggiunta al cibo di coloro che soffrono di disturbi gastrointestinali e, in generale, problemi digestivi.
Sono riconosciute alla noce moscata proprietà antisettiche in grado di mitigare sintomi quali nausea e vomito dovuti a infezioni intestinali. Utile anche per trattare le tensioni addominali dovute all’accumulo di aria nell’intestino.
Somministrata anche come tonico, aiuta a vincere inappetenza e astenia.
Chi soffre di disturbi del sonno più assumere noce moscata per addormentarsi più facilmente e dormire più a lungo.
Le donne potranno aggiungere la noce moscata ai pasti per mitigare i dolori dovuti al ciclo mestruale. In particolare l’olio derivato dalla spremitura della noce moscata ha verificate proprietà analgesiche e antinfiammatorie.
La dose da assumere varia naturalmente a seconda del disturbo da trattare e della corporatura della persona che la assume, tuttavia non dovrebbe mai superare gli 8 grammi al giorno per non rischiare di incorrere in effetti collaterali potenzialmente gravi come convulsioni e allucinazioni (simili a quelle causate dall’LSD). In gravidanza la noce moscata è del tutto sconsigliata.