Dopo quanto tempo fa effetto il Bentelan?

Il Bentelan è un medicinale antinfiammatorio steroideo utilizzato per il trattamento di varie patologie che richiedono una terapia corticosteroidea. Ma dopo quanto tempo fa effetto?

Gli effetti del Bentelan compaiono dopo circa mezzora, ma il picco di efficacia massimo si verifica dopo 2 ore. L’effetto di questo medicinale a base di betametasone decresce via via fino a scomparire del tutto dopo 24 ore. In commercio si trova sotto forma di compresse o di soluzione iniettabile: generalmente, quello in fiale agisce prima, mentre quello in compresse ha un effetto più duraturo.

A cosa serve il Bentelan? Tra le principali malattie per cui viene indicato ricordiamo: artrite reumatoide, dermatosi infiammatorie, asma bronchiale e neoplasie.

Dopo quanto fa effetto il Bentelan in base alle tipologie di assunzione?

Bentelan in compresse effervescenti (0,5 mg/1 mg)

Le compresse vengono sciolte all’interno dell’acqua e il principio attivo ha un effetto abbastanza veloce sul nostro corpo; si disperde dopo diverse ore, quindi l’efficacia persiste più a lungo nel tempo.

Generalmente questo medicinale va assunto a stomaco pieno, per evitare problemi gastrici. Il Bentelan in compresse è disponibile in versioni da 0,5 mg e 1 mg.

Bentelan in fiale (soluzione iniettabile da 1,5 mg/4 mg)

Le fiale di Bentelan intramuscolo vengono vendute nel formato da 2 ml: la concentrazione può essere di 1,5 mg o 4 mg. Normalmente l’effetto dei farmaci assunti via intramuscolare è più rapido rispetto a quello dei farmaci assunti per bocca.

Medicina
Medicina

Bentelan: effetti collaterali e prescrizione

Il Bentelan va assunto secondo le indicazioni date dal medico curante. Se ne sconsiglia, in ogni caso, l’assunzione per un numero elevato di giorni. Per maggiori informazioni sull’uso corretto possiamo consultare il foglietto illustrativo (relativo alle compresse effervescenti da 1 mg).

Va usato con cautela nei soggetti affetti da patologie epatiche o da infezioni latenti. Inoltre, è sconsigliato in caso di insufficienza cardiaca, di allergia al principio attivo, in caso di abrasioni esterne e di mucose. Come effetto collaterale, il Bentelan potrebbe causare dei malesseri fisici, come ansia, vertigini, cefalea, che potrebbero rendere particolarmente pericolosa la guida di autovetture.

Il Bentelan in gravidanza, come tutti i cortisonici, è sconsigliato nella maggior parte dei casi; se riteniamo che sia indispensabile consultiamo assolutamente il medico.

Ricordiamoci, infine, che per l’assunzione di qualsiasi tipo di farmaco – e per avere un parere autorevole sugli effetti e sulle controindicazioni – è indispensabile consultare un medico; il contenuto della presente guida ha scopo esclusivamente indicativo.

ultimo aggiornamento: 08-07-2019

X